05/12/2020 ore 12:08
Trasporti: dalla Regione 10milioni di euro per le opere di completamento dell'aereoporto di Sant'Egidio
La Giunta regionale dell’Umbria ha stanziato 10milioni di euro per la realizzazione delle opere di completamento dell’aeroporto di Sant’Egidio. “Risorse fondamentali per portare a termine i lavori già avviati – sottolinea l'assessore alle Infrastrutture Rometti – che la Regione ha deciso di anticipare, ricorrendo al proprio bilancio poiché non sono ancora disponibili i finanziamenti governativi approvati, nella consapevolezza del ruolo essenziale che l’aeroporto riveste per lo sviluppo economico e la competitività dell’Umbria”. Uno stanziamento “che smentisce con i fatti – prosegue l’assessore – le voci di un possibile disimpegno regionale e statale e che tiene conto del piano di sviluppo e delle potenzialità dell’infrastruttura regionale che in tutti i programmi – rileva – è stata individuata come cruciale per la crescita economica e turistica dell’Umbria”. Il potenziamento dell’aeroporto di Sant’Egidio, nel 2007, è stato inserito dal Consiglio dei Ministri, in raccordo con la Regione Umbria, fra le opere destinate a beneficiare, per il loro interesse strategico dal punto di vista economico o culturale, delle risorse disponibili nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che culminano nel 2011. L’intervento ha un costo complessivo di oltre 42 milioni di euro, di cui circa 30 a carico dello Stato, in gran parte assicurati dalla Unità tecnica di missione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per il 150° dell’Unità d’Italia e dall’Enac, e 12 milioni a carico della Regione. “Procediamo nel rispetto degli impegni presi, anticipando le risorse necessarie per il completamento dell’opera, previsto entro giugno 2011 – afferma Rometti – e continuando a sollecitare allo stesso tempo il Governo affinché sblocchi i fondi ‘Fas’ destinati al finanziamento dei lavori”. “I cantieri – dice ancora l’assessore - sono aperti e ben visibili a chi si reca all’aeroporto, sulla base di un appalto gestito dall’Unità Tecnica di Missione. Ci saranno una nuova aerostazione, nuovi parcheggi per i passeggeri, la sede dei vigili del fuoco, vengono ampliati i piazzali di sosta per gli aerei e realizzate opere complementari per la pista di atterraggio, quali l’adeguamento dei raccordi e la realizzazione di un lungo tratto della ‘taxi way’. Solo con l’ultimazione e l’entrata in funzione delle opere in corso sarà possibile completare la crescita armonica di tutta l’infrastruttura”. “Saranno così assicurati tutti i servizi essenziali ai mezzi e ai passeggeri – sottolinea l’assessore regionale alle Infrastrutture - tali da permettere un utilizzo pieno delle potenzialità offerte dallo scalo, valorizzando anche quanto finora è stato fatto, l’allungamento della pista e il primo ampliamento piazzali di sosta per aerei, che ha già permesso l’attivazione di nuovi apprezzati collegamenti”. “Entro la prima metà del 2011 – conclude Rometti – auspichiamo che siano realizzati tutti quegli interventi e investimenti che soltanto dieci anni fa si trovavano a livello di semplice studio di fattibilità, e che presto potranno consentire all’aeroporto umbro di accogliere più significativi volumi di traffico, determinanti sia per i servizi utili allo sviluppo sociale ed economico della regione, sia come base per una sana gestione economica dello scalo stesso”.
31/10/2010 ore 0:55
Torna su