29/05/2020 ore 13:16
Viabilità: il Pdl accusa i comuni di usare l'autovelox per fare cassa, la Provincia assicura: "vigileremo perchè questo non accada"
“Vigileremo sugli autovelox installati nelle strade di nostra competenza per verificare il rispetto di criteri stabiliti per la loro utilizzazione”. Lo ha detto l’assessore provinciale alla Viabilità Stefano Mocio rispondendo nel corso dell’ultima seduta di Consiglio all’interrogazione di Alfredo Santi (Pdl) sul ricorso troppo frequente agli autovelox da parte dei Comuni. “Ho dato incarico al nostro dirigente competente – ha aggiunto Mocio – di controllare la situazione delle strumentazioni esistenti sui tratti viari di spettanza dell’amministrazione provinciale”. Nell’interrogazione Santi ha affermato che “gli autovelox vengono utilizzati solo per fare cassa”, esortando la Provincia a controllare. “I Comuni – ha aggiunto – ignorano completamente il decreto prefettizio che prevede l’innalzamento dei limiti di 20 km orari fuori dai centri abitati, utilizzano in maniera sbagliata gli autovelox che non hanno nemmeno le adeguate segnalazioni. Questo finisce per vessare i cittadini per di più in un periodo di crisi come quello che tutti stiamo attraversando. Dato che la maggior parte delle strumentazioni si trovano su strade provinciali, è opportuno che l’amministrazione svolga i controlli di competenza”. Santi ha proposto come esempio la situazione della strada provinciale Teverina fuori dall’abitato di Alviano Scalo, chiedendo alla Provincia di svolgere sopralluoghi per verificare se la presenza di questi strumenti sia adeguatamente pubblicizzata e se le infrazioni contestate dal Comune di Alviano tengano conto delle disposizioni della prefettura che fissa il limite a 80 km orari lontano dai centri abitati a meno che non vi siano condizioni stradali altamente pericolose o che nel corso del tempo si siano verificati con frequenza incidenti stradali, fattispecie nelle quali, secondo Santi, la Sp Teverina non rientra.
20/5/2010 ore 0:03
Torna su