04/12/2020 ore 00:33
Acquasparta: sabato 15 maggio Cesvol Provincia e Comune organizzano la seconda edizione della "Festa del volontariato"
Sabato 15 maggio si svolgerà ad Acquasparta la seconda “Festa del Volontariato”, evento organizzato in collaborazione con il Ce.S.Vol. di Terni e patrocinato dal Comune di Acquasparta e dalla Provincia di Terni. La manifestazione vedrà insieme le numerose realtà cittadine che si occupano di volontariato e di attività sociali, dall’Avis alla Protezione civile, dalla neonata “Acquasparta città per tutti” all’Opera Pia Pubblica assistenza, all’Airc. Per tutta la giornata sono in programma iniziative di vario genere, da quelle mirate a coinvolgere bambini e ragazzi, all’inaugurazione della nuova sede della Protezione civile, fino al convegno “Volontariato o volontariati?” che si terrà nella Casa della Cultura. Tra le iniziative in programma anche il taglio del nastro della sede dell’associazione “Acquasparta città per tutti” in via San Giuseppe, 3, alle 10,30 e alle 11 l’inaugurazione dello “scivolo di Alfio”. Si tratta di una struttura in ferro, voluta dalla neonata associazione presieduta da Angelo Ippoliti e costruita per permettere ad Alfio, da anni in carrozzina, di uscire di casa. Da ben cinque anni le scale impedivano ad Alfio di vedere la luce del sole. In serata si svolgerà un’iniziativa particolare. La sfilata di un gruppo di ex Majorettes che, a distanza di anni, hanno voluto riproporsi al pubblico di Acquasparta in memoria di Claudia Albini, scomparsa prematuramente a soli 33 anni. Alla sua memoria, ma soprattutto con l’intento di esaudire quello che era il suo sogno, ovvero donare un sorriso a chi lotta per la sofferenza, le donne hanno ricomposto l’originario gruppo degli anni 90, allora formato da 45 elementi, offrendo per l’occasione un’immagine di autoironica sobrietà: ognuna di loro si è autofinanziata una nuova divisa, rispettando i colori originali seppure con una forgia più consona, ricostruendo per mesi le “antiche” coreografie che ne avevano celebrato il passaggio non solo per le vie di Acquasparta, ma nei vari “servizi” svolti a fianco della banda cittadina. In questa particolare serata, al seguito della Banda musicale di Sangemini, molte di esse saranno accompagnate inoltre dalle rispettive figlie: un segno tangibile di quello che vuole essere un “passaggio di consegne” di una tradizione da non perdere, ma anche un gesto simbolico di grande importanza ad indicare che l’intento e il piacere di fare del bene si può trasmettere amorevolmente e con semplicità, anche nel divertimento. L’intero “incasso” delle offerte sarà devoluto all’Airc.

14/5/2010 ore 17:46
Torna su