29/11/2020 ore 08:56
Terni: venerdi 12 marzo allo Skylab concerto del gruppo reatino "I Ratti della Sabina"
Va Tutto Bene! E' il titolo del nuovo disco dei "Ratti della Sabina" i quali saranno in concerto venerdi 12 marzo alle 22 allo Skylab di Terni. “Va tutto bene”, un titolo rassicurante, quello dell’ultimo album del gruppo reatino, e che nessuno potrebbe contestare partecipando ai numerosi concerti che “I ratti della Sabina” hanno segnato in agenda nell’ultimo anno. Undici brani inediti e una ghost track che nei prossimi giorni saranno presentati nel capoluogo umbro. Il gruppo si esibirà in concerto allo “Skylab” di Terni per poi ripartire con la loro musica on the road alla volta dei più importanti locali italiani. Il nuovo disco, edito dalla Otr e distribuito dalla Universal Music Italia, mette a segno un nuovo successo confermando ancora una volta il talento, la professionalità e la determinazione che sempre hanno contraddistinto il lavoro dei giovani musicisti reatini. Filo conduttore del nuovo disco è sicuramente l'evoluzione, sia nella musica che nei testi, che da sempre permea lo spirito del gruppo. 'Va tutto bene' lascia trasparire la volontà di non essere catalogati sotto alcuna etichetta e, allo stesso tempo, di esprimere ciò che i Ratti si sentono di dire e di suonare in un preciso momento storico del loro percorso. Dopo oltre 13 anni trascorsi a suonare sui palchi italiani, i Ratti si lasciano ancora sorprendere da “questa vita che me l’hanno presentata eppure, a volte sembra che non la conosco” (“Eccomi qua”). Le undici tracce che compongono Va tutto bene confermano la svolta rock che il gruppo ha deciso di dare già dal precedente lavoro, custodendo gelosamente la loro incancellabile “voglia di cantare”, ma si ammantano a tratti di una velata malinconia musicale, di un certo disincanto nei testi: “ma chi se lo ricorda quand’è che è stata l’ultima volta / che ho provato ad imparare qualcosa d’interessante” cantano in “Qualcosa d’interessante”; mentre in “Un po’ di sole” chiedono: “niente di certo per un dubbio d’avere/ niente illusioni da difendere, niente conti da dividere”… “oggi mi serve solo un po’ di sole”. Altre canzoni hanno inviolata la vena poetica, persino fiabesca, come nel “Piccolo Principe”, citazione esplicita del fanciullo saintexpuriano, o in “Sette stelle”, dove il firmamento è coperta e bussola, protezione e faro.
Alla gioia della loro musica, I Ratti dedicano “Quante volte” (“la strada scorre…per un applauso, un volo nel vento”) mentre ne “La banda” festeggiano le note stradaiole che inducono felicità tanto in chi suona quanto in chi ascolta (“viva la banda, che quando arriva la banda / è sempre una gran festa!”)
Per tutti i loro fans una sola cosa appare indiscutibile e certa: I Ratti regalano ad ogni concerto nuove emozioni. “Va tutto bene” segue il successo di ben altri cinque album: Acqua e Terra (1998), Cantiecontrocanincantina (2001), Circobirò (2003), A passo lento (2006) e Sotto il cielo del tendone (2007).
I nomi dei musicisti che compongono il gruppo sono: Roberto Billi e Stefano Fiori (entrambi vocalist e chitarra acustica), Eugenio Lupi (chitarra elettrica), Alessandro Monzi (violino), Alberto Ricci (fisarmonica), Paolo Masci (bouzouki), Valerio Manelfi (basso) e Carlo Ferretti (batteria, percussioni e pianoforte).
9/3/2010 ore 17:08
Torna su