03/06/2020 ore 11:23
Bulli minorenni fanno lo "show" sugli autobus danneggiando i mezzi e ingiuriando passeggeri e personale dell'Atc
Bulli sull’autobus. Una moda che va prendendo piede anche dalle nostre parti dove la “noia” dei giovani d’oggi viene combattuta attraverso manifestazioni che travalicano spesso in azioni di reato. Negli ultimi tempi sono giunte diverse segnalazioni presso la Questura di Terni, riferite ad episodi di danneggiamento dell’arredo e delle apparecchiature di sicurezza presenti all’interno degli autobus di linea di proprietà del Consorzio Atc. Autori delle bravate sono alcuni giovani, tutti minorenni, che risiedono nel capoluogo. Questi giovinastri non si sono limitati a danneggiare i mezzi, ma sono andati oltre, producendosi in vere e proprie manifestazioni di bullismo esercitate nei confronti di loro coetanei e di altri viaggiatori, spesso anche persone adulte, che sono state minacciati ed ingiuriati. Tra gli episodi denunciati si parla di bottiglie di birra e petardi lanciati dai “bulli” contro altri passeggeri del bus e gli stessi dipendenti della Atc. Il personale dipendente dell’azienda di trasporto ha potuto verificare che questi soggetti non erano nemmeno in possesso del titolo di viaggio (biglietto o abbonamento) e all’atto della verbalizzazione della infrazione gli autori delle bravate hanno puntualmente fornito false generalità. Agenti della Squadra Mobile di Terni dopo numerosi appostamenti, anche a bordo dei mezzi pubblici, sono riusciti ad identificare alcuni elementi ritenuti tra i più turbolenti. Si tratta di tutti ragazzi minorenni, tra questi c’è un quattordicenne residente a Terni, già noto alle forze dell’ordine per avere commesso altri reati, che è stato denunciato al Tribunale dei minori di Perugia perché in una delle sue “performance” ha rotto la maniglia utilizzata per l’apertura di emergenza delle porte di un autobus.
16/1/2009 ore 17:31
Torna su