31/05/2020 ore 00:37
Viabilità: non si placano le polemiche sul dosso artificiale di via Narni, il consigliere Ferranti (Pd) difende la scelta del Comune
Difende quel dosso artificiale che fino ad oggi ha scatenato polemiche da tutte le parti. Il consigliere Omero Ferranti (PD) non ha dubbi: “I dossi dissuasori riducono gli incidenti stradali e tutelano la sicurezza dei cittadini”. L'esponente del Partito Democratico interviene, dunque, in merito alle recenti polemiche e alle prese di posizione di alcune associazioni sull’installazione di un passaggio pedonale rialzato con funzioni di riduzione di velocità in via Narni. “Da tempo immemorabile - osserva Ferrani - il sottoscritto sta portando avanti una battaglia in favore della sicurezza stradale e della riduzione degli incidenti, spesso mortali, che coinvolgono pedoni ed automobilisti in alcune arterie particolarmente trafficate della città di Terni. Considero incivili queste manifestazioni di protesta promosse da associazioni e partiti politici di opposizione che non perdono occasione di strumentalizzare qualsiasi innovazione apportata dall’Amministrazione di Palazzo Spada e di fare polemiche sterili e gratuite. In molte città moderne, civili, progredite italiane ed europee si ricorre in modo consistente a questo tipo di soluzioni tecniche, insieme alle rotonde, per ridurre la velocità dei veicoli, razionalizzare i flussi di traffico e, di conseguenza, dare risposte importanti sul versante della sicurezza stradale. Basti pensare, ad esempio, agli interventi effettuati in questi anni dall’Amministrazione nella strada Marattana che hanno dimostrato la loro efficacia abbattendo radicalmente il numero degli incidenti gravi e della mortalità. La decisa riduzione delle chiamate al Servizio 118 per gli incidenti stradali negli ultimi anni ne è una chiara testimonianza. La mia battaglia è anzi quella di diffondere il più possibile in tutta la città queste soluzioni, ed in particolar modo in via dello Stadio ed in via Aleardi, soprattutto in prossimità degli attraversamenti pedonali di via del Cassero e davanti allo stadio, luoghi nei quali abbiamo ancora oggi gravi incidenti. Infine mi permetto un suggerimento tecnico relativo alla opportunità di diminuire moderatamente l’impatto con gli ultimi dissuasori messi in opera”.
(Foto di archivio)
20/1/2009 ore 12:29
Torna su