31/05/2020 ore 00:39
Caro vita: giovedi 18 settembre "Sciopero della pagnotta" con presidi davanti alle Prefetture
Si sciopera per protestare riguardo al caro vita. Giovedi 18 settembre in tutta Italia e quindi anche in Umbria si svolge lo “Sciopero della pagnotta” che sarà accompagnato da due presidi organizzati davanti alle sedi delle prefetture di Perugia e Terni. A Perugia durante il presidio, che avrà luogo dalle 11 alle 12, verranno anche distribuiti in maniera simbolica dei generi alimentari (è già stato raccolto oltre un quintale di pasta). Oltre alle associazioni dei consumatori, parteciperanno alle manifestazioni lo Spi-Cgil dell'Umbria e la Sinistra Universitaria Udu, a testimoniare come quella contro il caro prezzi sia una battaglia a 360 gradi. Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori invitano dunque tutti i consumatori, come avvenuto nei precedenti scioperi indetti, ad astenersi dall’acquistare e consumare, per l’intera giornata, pane e pasta, e a risparmiare su energia elettrica, gas e carburanti. In occasione dello “Sciopero della pagnotta” le associazioni incontreranno i Prefetti di Perugia e Terni ai quali proporranno di sollecitare l'incontro già più volte richiesto a livello nazionale dai consumatori con il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, al quale le associazioni dei consumatori vogliono porre una serie di richieste su cinque capitoli fondamentali: scuola e caro libri, prezzi dei generi alimentari (in particolare dell'ortofrutta), tariffe, carburanti e Fisco. Anche il sindacato studentesco della nostra regione, la Sinistra Universitaria – UDU, ha deciso di prendere parte alle contestazioni, che avverranno nella giornata del 18 settembre, contro il caro della vita.
17/9/2008 ore 18:51
Torna su