07/06/2020 ore 05:55
Terni: i lavoratori del polo cinematografico e televisivo ternano scendono in piazza per rivendicare i loro diritti
La Slc-Cgil di Terni, con il suo “Ufficio sindacale troupes” e insieme ai lavoratori del comparto cineaudiovisivo, ha organizzato per oggi (giovedì 29 maggio), dalle 17 alle 19 in piazza Europa, un sit-in di protesta rispetto all’attuale situazione di inattività del promettente polo produttivo cinematografico e televisivo ternano. “Quello che chiediamo a Cinecittà Studios e alle Istituzioni – spiega il segretario della Slc-Cgil di Terni, Paolo Bisaccioni – è di dare piena attuazione alla legge quadro nazionale sullo spettacolo e di confrontarsi con noi e con i lavoratori sul futuro degli Studios di Papigno e del centro Multimediale. Inoltre – prosegue Bisaccioni – ci piacerebbe conoscere quali sono gli accordi stipulati tra il Comune e Cinecittà e saperne di più sul progetto futuro per l’Università di scienze e tecnologie della produzione artistica”. Su questi temi, che saranno al centro della manifestazione di protesta, la Slc-Cgil chiede la convocazione di un tavolo di confronto con tutti i soggetti coinvolti. Inoltre, il sindacato dei lavoratori della comunicazione propone la definizione di incentivi economici alle produzioni, attraverso la costituzione di un “Film–Fund” da inserire tra le voci ricompresse nel “Por Umbria” in modo da generare occupazione e sviluppo dell’indotto.
(Foto di archivio)
29/5/2008 ore 15:15
Torna su