04/06/2020 ore 19:30
Terni: irruzione della polizia allo Staino, trovati cinque rumeni con precedenti penali, sul piazzale le ruspe per la bonifica
Via gli “zingari” dalla città. Continuano dunque i severi controlli da parte della polizia per individuare ed allontanare cittadini che non sono in regola. Nel corso di una di queste operazioni disposte dal Questore di Terni, personale dell’ufficio immigrazione e della Squadra Amministrativa, congiuntamente con il Nucleo di Vigilanza Ambientale del Corpo di Polizia Municipale di Terni, sono intervenuti stamattina presso due insediamenti abusivi realizzati da cittadini di etnia rumena, siti in vocabolo Staino ed in via Borsi. All’interno degli stessi sono stati individuati quattro uomini ed una donna, alcuni dei quali con precedenti penali, prevalentemente per reati contro il patrimonio e le persone (riduzione in schiavitù, impiego di minori nell’accattonaggio), nei cui confronti verranno adottati provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale. Nelle aree sottoposte a controllo sono in corso operazioni di bonifica dei siti, tramite mezzi meccanici posti a disposizione dal Comune di Terni e dall’Asm. Grazie all’intervento dei Servizi Sociali del Comune di Terni si è provveduto al ricovero della donna trovata nell’accampamento, presso una struttura pubblica per consentire alla stessa di assistere la figlia minore nata prematura da pochi giorni ed attualmente ricoverata presso l’ospedale “Santa Maria”. L’operazione odierna fa parte di una serie di interventi coordinati sul territorio volti a contrastare il fenomeno del vagabondaggio, dell’accattonaggio con impiego di minori e della elemosina esercitata in forma molesta. Nei giorni scorsi, infatti, sono stati notificati 10 provvedimenti di allontanamento ad altrettanti cittadini rumeni, alcuni dei quali hanno già lasciato il territorio dello Stato.
16/4/2008 ore 13:05
Torna su