06/06/2020 ore 09:31
Amelia: la Guardia di Finanza scopre gravi irregolarità in un cantiere edile dove ben 9 operai lavoravano in nero
Lavoravano in nero, ma l’arrivo della Finanza ha scoperto l’illecito e posto fine alla grave situazione. Il fatto è avvenuto in un cantiere edile di Amelia dove gli agenti del locale comando di Brigata della Guardia di Finanza ha consentito di individuare il cantiere dove ben sette lavoratori irregolari svolgevano la propria attività in parziale evasione delle normative in materia previdenziale, assistenziale e fiscale. In particolare veniva individuato un cantiere edile gestito da una società ternana, nei confronti del quale scattava un controllo accurato per verificare la regolare presenza dei lavoratori ivi impiegati. Così, oltre a constatare l’assenza di alcuni documenti che obbligatoriamente devono essere conservati in cantiere, i finanzieri acquisivano una serie di elementi, dai quali scaturiva che sei dei nove operai presenti, oltre alla paga ufficialmente dichiarata, percepivano in nero ulteriori importi pari, in taluni casi, al 40% delle somme dichiarate. Un altro operaio risultava invece già “licenziato” dalla medesima azienda ed a libro paga con un’altra ditta che però non aveva niente a che vedere con quel tipo di lavoro e soprattutto con le attività che si stavano svolgendo all’interno del cantiere edile. Sono scattate pesanti sanzioni nei confronti dell'azienda sia per non aver ottemperato alle ritenute fiscali e previdenziali, che per aver violato una serie di norme. Riguardo a ciò le leggi vigenti sono molto severe: si pensi infatti che solo la mancata iscrizione e regolarizzazione sul registro matricola di un dipendente, viene punita con una sanzione amministrativa pari a 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo prestato e con riferimento a ciascun lavoratore che risulta svolgere in maniera irregolare la propria opera. Il controllo effettuato dalla Brigata di Amelia, rappresenta l'inizio delle attività in materia di lavoro sommerso che il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Terni ha programmato anche per il 2008. Nel 2007 sono stati ben 80 i lavoratori in nero o parzialmente irregolari scoperti su tutto il territorio della provincia dalla Guardia di Finanza. Principalmente interessati i settori del commercio e dell'impresa, anche se è da segnalare il caso accertato di lavoratori in nero presso studi professionali di architetti e geometri.
20/3/2008 ore 14:37
Torna su