23/01/2021 ore 15:44
Narni Scalo: 35enne incensurato ruba un Rolex in casa di una signora, poi lo cede ad un suo amico che lo vende ad un orafo: due denunce
L'occasione fa l'uomo ladro. Mai come in questa circostanza l'antico detto sembra adattarsi alla perfezione a quanto accaduto. Al centro dell'episodio c'è un preziosissimo orologio Rolex, tutto d'oro e tempestato di diamanti, di proprietà di una signora di Narni. Ma a far parte della storia ci sono anche altri "protagonisti": un 35enne di Narni Scalo che per qualche giorno frequenta la casa della signora dove svolge dei lavori edili, un 25enne di Narni Scalo, amico del primo ed infine il titolare di una oreficeria di Terni. A ricostruire le dinamiche di un episodio, che sembra uscito da uno dei tanti film in bianco e nero al centro dei quali ci sono piccole truffe e raggiri, sono stati i carabinieri di Narni Scalo i quali hanno raccolto la denuncia di furto dell'orologio da parte della signora che abita nella zona di Santo Pietro. Ed è stata la derubata ad indirizzare i militari verso quell'operaio che aveva frequentato la sua abitazione nei giorni precedenti e che aveva probabilmente "puntato" il prezioso Rolex poggiato sul comò della camera da letto. Convocato in caserma E.R. (il trentacinquenne che per tirare avanti fa dei piccoli lavori edili) ha ammesso di aver rubato l'orologio e di averlo poi ceduto, pare per una somma irrisoria, ad un suo amico 25enne di Narni Scalo, dipendente di una ditta. I carabinieri hanno così interrogato anche questo secondo giovane il quale ha rivelato di aver venduto il Rolex ad una oreficeria di Terni. La "catena" si stava chiudendo e quando l'orafo si è trovato i carabinieri nel negozio è caduto dalle nuvole, perché lui aveva "regolarmente" acquistato quell'orologio che gli era stato fornito con tanto di custodia originale, numero di matricola e garanzia della casa. La vicenda si è chiusa nel modo più ovvio con le denunce a carico dei due giovani narnesi incensurati: il primo con l'accusa di furto e l'altro per ricettazione. Nessun provvedimento, invece, per l'orafo. Il Rolex è stato riconsegnato alla signora che ha ringraziato i carabinieri per la velocità con la quale hanno portato a termine l'operazione.
14/2/2008 ore 5:10
Torna su