27/11/2020 ore 11:46
Viabilità e sicurezza: la Provincia di Terni prima in Italia a ricevere il "Premio blu", riconoscimento internazionale istituito dal Ce.S.i.s.s.
La Provincia di Terni ha ricevuto nei giorni scorsi alla Rocca di Narni la “targa blu”. Si tratta di un premio internazionale istituito dal CE.S.I.S.S. (Centro studi indipendente sulla sicurezza stradale) e rivolto a Province, Comuni e Regioni che abbiano dato prova di impegno e virtuosismo sul fronte della sicurezza stradale. Quella di Terni è la prima Provincia italiana ad ottenere quest’importante riconoscimento che testimonia della qualità degli interventi eseguiti in questi anni per migliorare la rete stradale di propria competenza e potenziare gli standard di sicurezza per chi viaggia. Il premio è stato conferito ieri nel corso del seminario di aggiornamento e formazione organizzato dal CE.S.I.S.S. con il patrocinio della Provincia e del Comune di Narni e al quale hanno partecipato l’Assessore provinciale alla Viabilità, Loriana Stella, quello del Comune di Narni, Roberta Isidori, il dirigente del servizio strade di Palazzo Bazzani, Francesco Longhi, i Comuni dell’area ternana, quelli di Marche e Lazio e i vertici dell’istituto organizzatore. “Il premio – commenta l’Assessore Stella – è importante per un duplice motivo: in primo luogo perché riconosce gli sforzi fatti dalla Provincia e la qualità degli interventi posti in essere per barriere, rotatorie e pavimentazioni stradali e in secondo luogo perché fa da stimolo per ulteriori iniziative nell’ambito della sicurezza”. A tale proposito nel corso del seminario è stato ribadito l’avvio entro l’estate del progetto pilota incentrato sugli “speed check”, strumenti di dissuasione di velocità che saranno istallati, in via sperimentale, sulla SP “Capitonese”, nel comune di Narni, sulla “Fondo Valle”, nell’Alto Orvietano, e nell’area di Terni. “Altri speed check – informa la Stella – potranno però essere collocati in quei comuni che confermeranno la volontà, espressa in occasione del seminario, di aderire all’iniziativa. Quella della sicurezza deve diventare una priorità ed una bandiera del nostro operare e a tale proposito abbiano intenzione di aderire anche alla convenzione nazionale per il ripristino dei tratti viari interessati agli incidenti che ci consentirà di abbattere totalmente i costi che oggi invece sosteniamo per eseguire gli interventi”.
13/1/2008 ore 4:55
Torna su