29/11/2020 ore 15:01
Banca d'Italia: il consigliere comunale Enrico Melasecche chiede al sindaco di far sapere alla città a che punto è la situazione
Il consigliere comunale dell'Udc, Enrico Melasecche, ha presentato una interrogazione riguardante le sorti della sede provinciale della Banca d'Italia. "Premesso che, in data 16 luglio 2007, il consiglio comunale ha licenziato un atto di indirizzo del centrosinistra sul mantenimento delle sedi provinciali della Banca d’Italia; che tale atto è stato emendato da una proposta del centrodestra, che impegnava 'il sindaco a riferirein merito all’azione svolta e ai risultati conseguiti rispetto ai contatti avuti nei confronti del Governo e specificamente del ministro dell’Economia. Ciò si chiede che avvenga quanto prima e comunque al più tardi entro il mese di ottobre'; tenuto conto che nel frattempo notizie di stampa informano che gli organi centrali della Banca d’Italia avrebbero preso ulteriori decisioni che, prescindendo completamente dalla presa di posizione di organi elettivi, salverebbero l’esistenza di alcune filiali mentre segnerebbero la scomparsa di altre come quella di Terni, come se nessuna azione fosse stata nel frattempo intrapresa; si chiede al sindaco di sapere lo stato delle relazioni intessute con Governo e Ministero dell’Economia, con la consegna ai consiglieri di copia della corrispondenza intercorsa per renderli edotti dell’impegno –vogliamo credere- pesante per conseguire quel risultato; come mai non abbia finora comunicato alcunché al Consiglio Comunale; quali reali garanzie abbia eventualmente ricevuto per il mantenimento della filiale di Terni".


12/11/2007 ore 10:28
Torna su