26/11/2020 ore 19:42
Terni: un ternano prende a pugni e calci agenti della Volante e viene arrestato, manette anche ad un albanese che era già stato espulso nel 2003
Due arresti nelle ultime ore da parte della polizia. Nella prima operazione un equipaggio della Volante è intervenuto in via Gabelletta per una violenta lite in strada. Sul posto gli agenti hanno trovato un uomo ferito, il quale ha detto agli operatori di essere stato appena aggredito con calci e pugni da un altro uomo che si era allontanato a piedi in direzione di San Gemini. I poliziotti, immediatamente messisi sulle tracce dell’aggressore, lo hanno raggiunto poco dopo. Appena avvicinato l’uomo, un ternano di 31 anni, ha subito iniziato a inveire contro gli agenti, per poi scagliarsi contro di loro e colpirli con calci e pugni. A nulla sono valsi i tentativi di calmare il soggetto, che, con qualche difficoltà, è stato poi immobilizzato dagli operatori, che nella colluttazione sono stati colpiti al volto ed allo stomaco, riportando lesioni personali giudicate guaribili in 7 giorni dai sanitari del Pronto Soccorso. Inevitabile l’arresto dell’uomo per violenza e lesioni a pubblico ufficiale. In un'altra operazione gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato invece un cittadino albanese di 35 anni, che era stato notato mentre si trovava a bordo di una autovettura in via di Recentino. Dai controlli è emerso che l’uomo era già stato rimpatriato a seguito di decreto di espulsione emesso nel 2003 dal Prefetto di Terni, ma lo stesso aveva fatto rientro in Italia senza la prevista autorizzazione del Ministero dell’Interno. Per lui sono dunque scattate le manette.
7/11/2007 ore 4:42
Torna su