23/11/2020 ore 22:35
Terni: la coop Umbria Casa ha donato una moderna auto medica al 118, soddisfazione negli ambienti sanitari
La Coop Umbria Casa ha donato alla centrale operativa 118 dell’Azienda sanitaria locale di Terni un’automedica per le operazioni di pronto intervento. Il costo dell’automedica, dotata di tutte le attrezzature necessarie alle attività di soccorso, è di 35.000 euro. L’iniziativa è stata presentata nel corso di una cerimonia alla quale sono intervenuti l’assessore comunale alla politiche sociali Fabrizio Pacifici, il presidente e il vicepresidente di Coop Umbria Casa Paolo Bocci e Angelo Ammenti, il direttore generale dell’Asl 4 di Terni Imolo Fiaschini, il responsabile e il coordinatore infermieristico della centrale operativa 118 Franco Barbabella e Omero Ferranti. “Con i suoi 4.500 soci e un’attività in progressiva crescita - hanno spiegato Bocci e Ammenti - Coop Umbria Casa ha previsto, sin dal 1994, un fondo di solidarietà e mutualità pari al 7% degli utili di esercizio da destinare ad interventi sociali di pubblico interesse. Sino ad oggi l’ammontare complessivo delle operazioni finanziate con il fondo è pari a 525 mila euro. Con parte del fondo 2006 è stata acquisita l’automedica donata questa mattina all’Asl di Terni che - auspichiamo - potrà permettere di rafforzare la presenza sul territorio e l'efficacia delle operazioni di pronto intervento”. “Una donazione estremamente utile per le attività della Centrale operativa 118 dell’Asl 4” - ha dichiarato il direttore generale Imolo Fiaschini che ha rivolto un sentito ringraziamento ai rappresentanti di Coop Umbria Casa. “Un servizio, il 118 - ha proseguito il dottor Fiaschini - che stiamo razionalizzando e potenziando, insieme all’Azienda ospedaliera di Terni, puntando in primo luogo sull’omogeneizzazione della risposta, in termini di efficacia e di efficienza, in tutto il territorio provinciale”. Franco Barbabella ed Omero Ferranti hanno invece sottolineato “il salto di qualità che sarà possibile garantire grazie a questa donazione e l’importante sinergia tra pubblico e privato nel settore dell’implementazione tecnologica, fondamentale nella sanità pubblica per offrire prestazioni sempre migliori al cittadino”. “Una collaborazione decisiva, quella tra pubblico e privato - ha concluso l’assessore comunale Fabrizio Pacifici - per migliorare gli standard qualitativi, già peraltro soddisfacenti, della sanità ternana e provinciale”.
12/11/2007 ore 4:26
Torna su