26/09/2020 ore 15:54
Terni: la polizia ha fermato un altro marocchino che il mese scorso aveva partecipato alle violenze nei confronti di una minorenne
E’ stato fermato un altro dei marocchini che lo scorso 28 settembre, avevano violentato e tenuto segregata in un appartamento della zona della stazione di Terni, una ragazza minorenne extracomunitaria e l’avevano costretta ad andare in giro per la città a spacciare droga per loro contro. Gli agenti della sezione narcotici della Squadra Mobile della Questura di Terni hanno sottoposto a fermo il cittadino marocchino E.D.M di 34 anni, illegalmente presente sul territorio nazionale, perché gravemente indiziato del delitto di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il personale della Squadra Mobile è arrivata al fermo dello straniero nel corso dell’attività di indagine avviata a seguito delle dichiarazioni della minorenne che aveva denunciato di essere stata segregata, per un paio di giorni, all’interno di un appartamento limitrofo alla locale stazione ferroviaria da tre cittadini marocchini i quali poi l’avevano costretta a spacciare eroina per loro conto. L’attività degli investigatori aveva portato all’arresto del trentenne marocchino K.M., illegalmente presente sul territorio nazionale perché precedentemente espulso dal Prefetto di Terni, il quale era stato rintracciato all’interno di un’abitazione di Montefranco. Per quanto riguarda il 34enne arrestato ieri, la polizia ha scoperto che lo stesso aveva trovato ricovero presso un’abitazione del quartiere San Valentino ed è in una strada di questo quartiere che l’uomo veniva infatti rintracciato. Dagli accertamenti emergeva che l’uomo, più volte tratto in arresto in altre Questure per la violazione della legislazione sugli stupefacenti, aveva avuto la piena disponibilità dell’appartamento ternano e che anche lui, come il complice, si stava preparando alla fuga; pertanto veniva sottoposto a fermo di p.g. anche questo convalidato dall’Autorità Giudiziaria che ne disponeva la custodia cautelare in carcere.
13/10/2007 ore 17:19
Torna su