24/10/2020 ore 02:28
Fornole: i fuochi di artificio di una festa patronale innescano un violento incendio, vigili del fuoco impegnati cinque ore per spegnere le fiamme
Sono stati attimi di panico quelli vissuti nella tarda serata di ieri dalle centinaia di persone che si trovavano alla festa patronale di Santa Maria, poco lontano da Fornole di Amelia. La festa, come tradizione vuole, doveva concludersi con uno spettacolo pirotecnico ma nessuno si sarebbe aspettato che proprio dall’esplosione dei fuochi artificiali sarebbe partito un incendio di proporzioni talmente vaste da impegnare per una notte intera numerose squadre di vigili del fuoco. Le fiamme si sono sprigionate, intorno alla mezzanotte, a seguito della caduta di alcuni pezzi ancora incandescenti dei fuochi lanciati in aria dalla ditta specializzata, sulle sterpaglie dei campi. Il caldo torrido di questi ultimi giorni aveva seccato e reso ancor più “combustibili” queste sterpaglie e dunque è bastato niente perché il rogo si innescasse e sfuggisse al controllo degli addetti. In pochi minuti nella zona è scoppiato l’inferno: il suono lacerante delle sirene dei pompiere e delle auto dei carabinieri è riecheggiato in tutta la vallata e le operazioni di spegnimento sono state immediatamente avviate. Tre squadre dei vigili del fuoco di Terni e dei distaccamenti di Amelia e Orvieto (in tutto 6 mezzi e 15 uomini), hanno dovuto lavorare fino alle 5 di stamattina per avere ragione del fuoco che in alcuni momenti ha rischiato di avvicinarsi pericolosamente ad alcune abitazioni. I carabinieri della Compagnia di Amelia hanno invece provveduto a coordinare le operazioni di evacuazione della zona ed a controllare la viabilità. Non è da escludere che venga aperta una inchiesta per stabilire eventuali responsabilità che hanno provocato l’incendio.
27/8/2007 ore 15:24
Torna su