21/10/2020 ore 12:58
Case di riposo: la consigliera regionale Girolamini (Sdi) propone di fare controlli più rigidi sulle strutture presenti in Umbria
Il capogruppo dello Sdi Ada Girolamini, tramite una interrogazione alla Giunta regionale, chiede di conoscere "nell’interesse degli utenti e dei cittadini, le informazioni relative alla situazione economico-finanziaria e gestionale, oltre ai risultati conseguenti alla vigilanza e ai controlli esercitati dalle competenti Asl regionali nelle case di riposo e nelle residenze protette autorizzate e sostenute finanziariamente dalla Regione". Girolamini spiega che “i soggetti nominati amministratori delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza sono tenuti a corrispondere alle richieste di informazione avanzate dalla Giunta regionale o dalle Commissioni consiliari”. Il capogruppo dello Sdi ricorda anche una sua apposita mozione presentata in Consiglio regionale nel mese di ottobre 2005 con la quale “si impegnava la Commissione consiliare competente ad acquisire le informazioni utili inerenti le nomine, la situazione finanziaria, la rogrammazione e i risultati relativi ai controlli effettuati negli istituti e residenze per anziani, autorizzate e sostenute finanziariamente dalla Regione. Ad oggi, però, non c’è stata risposta”. Per Girolamini “appare doveroso che l’Assemblea regionale debba essere puntualmente informata sulle problematiche che riguardano gli istituti di beneficenza della regione. Le informazioni sono necessarie per definire opportuni atti di indirizzo e sostenere l’importante ruolo sociale e assistenziale che questi enti svolgono nei confronti delle persone anziane e dei soggetti non autosufficienti, assolvendo, con ciò, a compiti che fanno capo al sistema socio-sanitario pubblico”. In conclusione, Ada Girolamini sottolinea l’indispensabilità di tutte queste informazioni per “l’impegno finanziario assunto nel bilancio regionale al fine di prevedere un significativo stanziamento nel capitolo inerente le politiche di assistenza e protezione socio-assistenziale”.
14/4/2007 ore 6:15
Torna su