24/11/2020 ore 15:51
Piediluco: muore giovane poliziotto in un incidente stradale, l'agente era diretto in Questura dove stava per prendere servizio
Stava andando al lavoro, ma i suoi colleghi lo hanno atteso invano. Un incidente stradale gli ha spezzato la vita, a soli 38 anni, lasciando nel più profondo dolore i suoi famigliari, gli amici e gli stessi colleghi. Claudio Blasi faceva il poliziotto presso la Questura di Terni e ieri sera, intorno alle 23 era partito dalla sua casa di Piediluco per dirigersi in città dove a mezzanotte avrebbe preso servizio con una pattuglia della squadra volante. L’incidente si è verificato in località Mezzelvetta, poco lontano dal centro abitato di Piediluco. L’uomo, alla guida della sua autovettura (un fuoristrada), stava percorrendo la statale n.79, quando per cause che sono in corso di accertamento da parte dei carabinieri è finito fuori strada, andando a sbattere con violenza contro un ostacolo. Nell’urto il giovane poliziotto è praticamente morto sul colpo; all’arrivo dei soccorritori, infatti, non è stato possibile fare nulla perché il cuore dell’uomo aveva già cessato di battere. Sul posto si sono portati, oltre ai carabinieri di Piediluco e a quelli del Nucleo Operativo e radiomobile, anche i vigili del fuoco e una ambulanza. In un baleno la notizia dell’incidente è rimbalzata in Questura dove i colleghi di Blasi non riuscivano a darsi pace per l’accaduto. Il poliziotto era benvoluto da tutti per la sua affabilità, ma anche per le sue doti professionali. In mattinata il questore Gianfranco Urti e altri dirigenti della Questura ternana hanno fatto visita ai famigliari del povero agente deceduto. Blasi lascia la moglie e due figli in tenera età (uno di 6 e l’altro di 3 anni), e i genitori che abitano nella zona di Vocabolo Tuillo.
(Foto d'archivio)
12/3/2007 ore 14:58
Torna su