05/06/2020 ore 20:24
Tossicodipendente ternano ruba pezzi di rame al cimitero di Papigno ma viene intercettato dai carabinieri che lo denunciano,
Aveva rubato oggetti di rame all’interno del cimitero di Papigno ma è stato fermato dai carabinieri e denunciato. I militari della stazione di Collescipoli hanno denunciato in stato di libertà un operaio ternano M. V. di 33 anni, responsabile di furto aggravato di materiale di rame all’interno del cimitero di Papigno. I carabinieri, dopo una breve indagine, hanno individuato il ladro grazie alla descrizione fisica e dell’autovettura fornita da uno dei custodi. Il ladro, infatti, dopo aver asportato due discendenti in rame della grondaia di una cappella si era allontanato a bordo di una Y10 ad elevata velocità per far perdere le sue tracce, ma durante la fuga la sua auto sbandava ed usciva di strada andando a cozzare violentemente contro un albero. I carabinieri ricostruendo la dinamica del furto riuscivano a rinvenire il materiale in rame, nei pressi del luogo del sinistro, celato dietro ad un cespuglio. L’uomo, tossicodipendente, confessava il reato riferendo di averlo commesso poiché aveva necessità di denaro per l’acquisto della sostanza stupefacente.
In un’altra operazione i carabinieri della stazione di Collescipoli, durante un servizio di vigilanza notturna, hanno fermato in via Narni un uomo di 37 anni F. O. di Viterbo trovato a bordo di una Bmw. Lo stesso, con vari precedenti penali, aveva a carico un provvedimento di divieto di ritorno nei territori comunali di Terni e Narni emesso dal Questore di Terni lo scorso mese di dicembre e pertanto veniva denunciato in stato di libertà per inottemperanza alla misura di prevenzione. Stessa violazione e stessa denuncia per un uomo F. P. di 21 anni, residente a Labro fermato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Terni durante un controllo notturno alla circolazione stradale. Il divieto di ritorno nel Comune di Terni risaliva al luglio del 2005.

11/3/2007 ore 18:30
Torna su