06/06/2020 ore 10:27
Terni: giovane siciliano accoltella il suo datore di lavoro per una questione di soldi, l'uomo si trova ricoverato in gravi condizioni all'ospedale
Gli pianta un coltello in un fianco perché, pare, gli doveva dei soldi e lo spedisce all’ospedale dove è ricoverato in gravi condizioni e con riserva di prognosi, sebbene non corra pericolo di vita. E’ accaduto ieri pomeriggio a Terni, in via Farini dove il dipendente di una ditta di carpenteria, al culmine di una violenta lite ha sferrato una coltellata al suo datore di lavoro. Tutto sarebbe cominciato in strada, Via Farini appunto, dove i due stavano eseguendo dei lavori presso un palazzo della zona. Venivano entrambi da Civitavecchia, città presso la quale risiede il datore di lavoro, un 44enne originario di Napoli ma residente nella città portuale dove ha la sua officina di carpenteria ed il dipendente, un ventenne di Lentini (Siracusa). E’ scoppiata una lite, scaturita, sembra, dall’ennesima richiesta che il giovane avrebbe rivolto al suo principale di pagargli vecchie spettanze. Ad un certo punto il giovane siciliano ha estratto un coltello dalle tasche ed ha colpito il 44enne che si è accasciato al suolo. Forse preso da un rimorso di coscienza il giovane ha poi chiamato i carabinieri ai quali ha spiegato come erano andate le cose. Il ferito è stato accompagnato all’ospedale dove i medici lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico. Non corre pericolo di vita ma i medici si sono comunque riservati la prognosi. I carabinieri hanno avviato le indagini ed il giovane è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.
9/3/2007 ore 5:35
Torna su