26/11/2020 ore 18:28
Terni: il Comune impone entro il mese di maggio il taglio delle siepi in prossimità delle strade, per evitare i restringimenti delle stesse
Per regolare le siepi in modo da non restringere o danneggiare le strade il sindaco ha firmato un'ordinanza che chiama i proprietari delle aree verdi ad ottemperare alle potature. Tutti i proprietari o soggetti aventi titolo sui terreni che confinano con le strade di pubblico transito di competenza del comune di Terni sono obbligati a tenere regolate le siepi, compresa la vegetazione spontanea; a tagliare i rami che si protendono oltre il confine stradale, che nascondono la segnaletica o ne compromettono la leggibilità dalla distanza e dall’angolazione necessaria e quando restringono la larghezza utile delle carreggiate sulle strade di pubblico transito; a rimuovere nel più breve tempo possibile, alberi piantati in terreni laterali, ramaglie di qualsiasi specie e dimensione che cadano sul piano stradale; a non impiantare alberi, siepi vive o piantagioni, nelle fasce di rispetto laterali alle strade di pubblico transito all’esterno dei centri abitati, relativamente ai tratti in rettilineo o in curva, nonché nelle aree di visibilità in corrispondenza delle intersezioni; a non impiantare e mantenere piantagioni nelle fasce laterali alle strade di pubblico transito all’interno dei centri abitati, relativamente ai tratti in rettilineo o in curva, nonché nelle aree di visibilità in corrispondenza delle intersezioni, in modo che comunque non ostacolino e riducano il campo visivo necessario a salvaguardare la sicurezza e la circolazione.
Le manutenzioni debbono essere eseguiti entro il 20 maggio e sistematicamente ripetuti durante tutto il periodo di massima espansione vegetativa delle essenze arboree e delle vegetazioni in genere che va dal 21 maggio al 30 settembre del corrente anno. I cicli di taglio e di potatura dovranno essere eseguiti, se necessario, anche al di fuori del periodo temporale sopra indicato al fine di eliminare tutti i potenziali pericoli per i soggetti fruitori delle strade di pubblico transito.
Si avvisa che qualora, durante le attività di controllo, prevenzione e accertamento venga ravvisato il potenziale pericolo per l’incolumità dei soggetti fruitori delle strade di pubblico transito, l’amministrazione comunale potrà procedere senza ulteriore avviso ad attivarsi con azioni di tutela ed ingerenza straordinaria che si possono concretizzare anche con l’esecuzione coattiva degli interventi necessari con rivalsa di spesa nei confronti dei proprietari o soggetti aventi titolo, inadempienti, salvo l’applicazione delle sanzioni amministrative previste a norma di legge e ferme restanti le responsabilità specifiche a carico degli stessi soggetti in merito a qualunque evento o danno che si verificasse nei confronti di terzi in dipendenza del mancato adempimento o quanto disposto in materia dal Codice della Strada.
Chiunque violi le disposizioni della presente ordinanza è soggetto alle sanzioni amministrative di 143 euro e di 573 euro, salvo aggiornamenti, e alla sanzione amministrativa accessoria del ripristino, a sue spese, dei luoghi o della rimozione delle opere abusive. Le eventuali inadempienze, indipendentemente dall’arco temporale sopra precisato (21 maggio – 30 settembre), dovranno essere tempestivamente segnalate alla Direzione Servizi Decentrati e Servizi a Rete del Comune di Terni, via Fratini, 40.



20/1/2007 ore 15:35
Torna su