26/11/2020 ore 22:45
Campello Sul Clitunno: tragedia in un oleificio, muoiono quattro persone che stavano effettuando lavori di manutenzione in un silos
Un imprenditore di Narni, un uomo di Amelia ed un cittadino albanese sono morti (insieme ad un quarto uomo che non è stato ancora identificato) a seguito di una esplosione che si è verificata all’interno di un oleificio di Campello sul Clitunno. Un quinto operaio si è salvato per miracolo. I cinque uomini sembra che stessero effettuando lavori di manutenzione all’interno di un silos, quando per cause che sono in corso di accertamento, intorno alle 13,30, è avvenuta l’esplosione che li ha colpiti in pieno. La potente deflagrazione è stata avvertita a molta distanza ed ha provocato un grosso incendio. I soccorsi sono stati immediati: sul posto si sono portate numerose ambulanze del 118 ed i vigili del fuoco di Foligno e Spoleto, quest’ultimi impegnati anche con l’ausilio di un elicottero. Le fiamme hanno attaccato anche altri silos dell’oleificio e una enorme colonna di fumo denso e acre si è levata verso l’alto, tanto che era possibile vederla già da parecchi chilometri di distanza. Sull’identità delle vittime, rimaste dilaniate a seguito dell’esplosione, le autorità non hanno ancora confermato nulla. Dalle notizie arrivate sembra che a perdere la vita sia stato il titolare di una azienda narnese che si occupa di carpenteria e montaggi industriali e che insieme ad altri suoi operai stava effettuando i lavori di manutenzione presso l’impianto dove viene prodotto e stoccato olio di oliva. Nell'incidente sono morti anche tre dipendenti della ditta: un albanese, un uomo di Amelia ed un altro del quale non si conosce ancora l'identità. Sembra anche che l’attività all’interno dell’oleificio fosse stata fermata proprio per consentire questi lavori di manutenzione. Intanto, per ordine della Prefettura di Perugia più di 500 persone, che vivono nei pressi dell’oleificio, sono state costrette a lasciare la propria abitazione a scopo precauzionale. I fumi sprigionati dall’esplosione e dall’incendio non sarebbero tossici, ma si è voluto comunque evitare che chi vive nei pressi del luogo dove è avvenuta la tragedia respiri quelle sostanze.
25/11/2006 ore 18:30
Torna su