03/06/2020 ore 04:04
Terni: presentato il "Progetto benessere", ideato dalla Circoscrizione Colleluna per stimolare l'attività fisica dei cittadini
L’attività fisica come prevenzione. E’ stato presentato nei giorni scorsi a Palazzo Spada il progetto Benessere, predisposto dalla circoscrizione Colleluna, il Comune di Terni, l’Asl n.4. Erano presenti il sindaco Paolo Raffaelli, il direttore generale della Asl Imolo Fiaschini e il presidente della IV circoscrizione Leo Venturi. ”La Circoscrizione nella conferenza programmatica, tenutasi a novembre ha detto Venturi -, ha posto l’accento sulla necessità delle attività fisiche e sociali come strumento per consolidare la comunità e per fare prevenzione sanitaria. Per questo la Colleluna in stretto rapporto con il servizio Sanitario ha inteso avviare un progetto, calato nella realtà territoriale, valutato nei suoi vari aspetti (sociale, economico, logistico), che puntasse agli obiettivi esposti e che potesse essere un primo piccolo contributo nella ricerca del benessere”. Il progetto nasce per avviare le persone ad una nuova consuetudine: lo svolgimento di attività fisica con l’obiettivo di migliorare lo stato di salute acquisendo la consapevolezza che l’attività motoria sia essenziale per condurre una vita più gratificante, più lunga, in buona salute, ed in modo più produttivo. Questo favorendo la socializzazione, lo sviluppo e la valorizzazione del territorio. Si prevede oltre alla attività fisica vera e propria lo svolgimento di attività seminariali condotte da personale specializzato nelle scuole, nei centri sociali e nei luoghi dell’aggregazione esistenti nei quartieri. Il progetto sarà attuato attraverso la sensibilizzazione alle attività fisiche e motorie di quelle fasce di popolazione che non svolgono alcuna pratica motoria; lo sviluppo di iniziative già in essere per migliorare il livello di salute dei soggetti che praticano attività sportiva; il miglioramento delle relazioni sociali tra i cittadini attraverso la frequentazione e la pratica degli spazi pubblici adeguatamente attrezzati, dei centri sportivi e delle palestre; l’aumento dell’offerta delle attività svolte nel quartiere per limitare la migrazione quotidiana verso il centro della città. Per ulteriori informazioni 0744.306004.



2/11/2006 ore 15:49
Torna su