03/12/2020 ore 23:32
Narni Scalo: i carabinieri denunciano un uomo di Pescara che aveva acquistato dolciumi alla Ferrero di Maratta pagandoli con assegni rubati
Aveva acquistato un grosso quantitativo di dolciumi e li aveva pagati con degli assegni circolari, ma quando l’azienda venditrice è andata ad incassarli si è scoperto che quei titoli erano stati rubati qualche tempo prima e che quindi erano inesigibili. I carabinieri di Narni Scalo si sono messi sulle tracce dell’autore della truffa, ma quando lo hanno scoperto lui era già in carcere da qualche giorno per altri reati commessi nella zona di Ancona. La movimentata avventura ha visto per protagonisti un pregiudicato (S.P. di 36 anni) nato e residente a Pescara e l’azienda Ferrero che ha un deposito nella zona di Maratta Bassa. L’uomo verso la metà del mese di dicembre dello scorso anno si era presentato presso i magazzini Ferrero dicendo di voler acquistare un ingente quantitativo di dolciumi. Detto, fatto. Quando si è trattato di saldare il conto il pescarese ha tirato fuori alcuni assegni circolari già compilati e un documento d’identità, con i dati verosimilmente contraffatti, mostrato a garanzia al dipendente dell’azienda dolciaria. Stretta di mano e tanti saluti. Solo qualche giorno dopo presso la sede centrale di Alba (Cn) si sono accorti che gli assegni risultavano essere stati rubati da ignoti tempo prima in un’agenzia del Monte dei Paschi di un paese del casertano. I carabinieri di Narni Scalo, coordinati dal luogotenente Guglielmo Apuzzo, iniziano le indagini in collaborazione con i loro colleghi di Caserta e qualche giorno fa sono arrivati a scoprire l’identità del truffatore. Ma sono rimasti sorpresi nel sapere che l’uomo era da qualche giorno in carcere ad Ancona dopo essere stato arrestato dalla Guardia di Finanza per un’altra truffa insieme a 23 complici. Per lui è comunque scattata la denuncia per ricettazione, truffa, sostituzione di persona e falso in atto pubblico.
15/9/2006 ore 4:55
Torna su