05/06/2020 ore 18:28
Narni: il Comune acquista due nuovi mezzi ecologici per ridurre i costi di gestione nel servizio della raccolta dei rifiuti
Nuovi automezzi per far fronte all'emergenza rifiuti. Il Comune di Narni ha deciso di intervenire finanziando l'acquisto di due mezzi speciali in grado di raccogliere contemporaneamente i rifiuti differenziati e quelli indifferenziati. Si tratta di autocarri speciali denominati "Supermidicar", di media stazza e quindi in grado di intrufolarsi anche nelle vie più strette. Il costo di ognuna di queste macchine si aggira intorno ai 60.000 euro, una cifra che il Comune conta di recuperare in tempi brevi in quanto l'operatività di questi automezzi permetterà di risparmiare denaro sui costi attuali di gestione, poichè con un unico passaggio l'operatore potrà ritirare sia i rifiuti indifferenziati che l'umido e gli indifferenziati. "Ci abbiamo pensato a lungo – ha detto il sindaco Stefano Bigaroni – su come risolvere il problema dei rifiuti che troppo spesso troviamo abbandonati in modo indiscriminato accanto ai cassonetti o in altri angoli delle strade, e alla fine abbiamo optato per questa soluzione. A breve elimineremo su tutto il territorio i cassonetti, onde dissuadere la gente dal buttarvi dentro rifiuti di ogni genere. A questo proposito chiedo ai cittadini di collaborare, osservando la massima attenzione quando lasciano i loro rifiuti nei punti di raccolta". Le prime due "Supermidicar" cominceranno ad operare in due zone già individuate dagli amministratori a partire dal mese di settembre. "Sarà una fase sperimentale – ha spiegato Alberto Arriga dirigente dell'Asit – che effettueremo nelle zone di Nera Montoro, Montoro, San Liberato, Treie, Taizzano, Ponte San Lorenzo, Miriano e Ponte Aia. Queste due zone, infatti, sono quelle in cui c'è una forte densità abitativa e quelle che fino a oggi hanno fornito buoni risultati da un punto di vista della raccolta differenziata". "Se l'esperimento produrrà gli effetti sperati – ha concluso il sindaco Bigaroni – provvederemo ad acquistare altre 5 o 6 di questi automezzi con i quali andremo a coprire tutto il territorio comunale, razionalizzando il servizio e contenendo i costi di gestione". I nuovi mezzi ecologici che il Comune si appresta ad acquistare sono già in uso in alcune città europee ma non hanno ancora fatto la loro comparsa in Italia. La loro adozione sarebbe dunque una novità a livello nazionale. I tecnici dell'Asit e gli stessi amministratori comunali li hanno visti all'opera ed è per questo che hanno pensato bene di acquistarli per poterli utilizzare sul territorio. "Si tratta di mezzi molto versatili – ha detto il dirigente dell'Asit Alberto Arriga – che ci permetteranno di risparmiare tempo e denaro, in quanto dispongono di una doppia vasca all'interno della quale con un unico passaggio l'operatore potrà caricare rifiuti di vario genere. Questa possibilità faciliterà anche il compito dei cittadini che non avranno più l'obbligo di mettere fuori dalla porta un giorno un tipo di rifiuto ed il giorno dopo un altro. Insomma se tutto funzionerà a dovere avremo risolto veramente dei grossi problemi".
23/8/2006 ore 5:15
Torna su