31/05/2020 ore 00:34
Calvi dell'Umbria: si restaura l'antico presepe in terracotta realizzato nel 1545 e custodito all'interno della chiesa di Sant'Antonio
E’ uno dei presepi in terracotta di più alto valore artistico che esistono in Italia. E’ stato realizzato tra il 1541 e il 1545 dai fratelli Giacomo e Raffaele da Montereale ed è esposto da sempre all’interno della piccola chiesa di Sant’Antonio Abate in piazza Mazzini a Calvi dell’Umbria. Ora per questa importante opera d’arte, che conta una trentina di figure alcune delle quali a grandezza naturale, è arrivato il momento del restauro grazie all’impegno congiunto di Enti e Istituzioni. Da alcuni giorni un gruppo di restauratori, che lavorano sotto la stretta sorveglianza della Soprintendenza ai beni culturali dell’Umbria, è alle prese con tutti quegli interventi ritenuti necessari per fare una sorta di “cura ricostituente” nei confronti del presepe. Al restauro partecipano finanziariamente la Regione dell’Umbria, la Provincia di Terni, il Comune di Calvi dell’Umbria e la Fondazione della Cassa di Risparmio di Terni e Narni. L’antico presepe di Calvi deve la sua originalità al fatto che alcune statue sono a grandezza naturale, ma anche alla sua particolare disposizione scenografica che vede il blocco principale, quello dove si trovano Giuseppe, Maria, il Bambin Gesù e altri personaggi, nella parte bassa della cappella all’interno del quale è installato, e mentre altre numerose figure si trovano in alto, lungo le pareti laterali e addirittura sotto alla volta che funge da cielo. Il presepe di calvi è considerato, per il pregio estetico dei soggetti raffigurati nelle terracotte policrome invetriate, uno dei più rilevanti cicli artistici eseguiti in Italia.
12/8/2006 ore 13:35
Torna su