24/11/2020 ore 12:28
Narni: i carabinieri del Nas denunciano per truffa nei confronti della Asl4 due medici odontoiatri che prestano servizio presso l'ospedale cittadino
Sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazione per truffa nei confronti della Asl 4 e per abuso di ufficio. Si tratta di due medici odontoiatri che prestano servizio presso l’ospedale di Narni. Coinvolti nella vicenda sarebbero anche quattro titolari di laboratori odontotecnici privati (pare tutti ternani) che avrebbero concorso con i due medici negli stessi reati. La notizia del coinvolgimento nella truffa dei due odontoiatri all’ospedale narnese ha avuto l’effetto di un fulmine a ciel sereno, poiché i due professionisti sono molto conosciuti da tutti. I due denunciati sono accusati di non avere rispettato i vincoli contrattuali stabiliti con l'appalto concorso in convenzione relativa alla fornitura di protesi dentarie e di apparecchiature odontoiatriche, in quanto si sarebbero avvalsi dell'opera di laboratori odontotecnici non convenzionati. Oltre a questo i due dovranno rispondere anche del fatto di avere agevolato i titolari dei laboratori odontotecnici non convenzionati consentendo loro l'accesso presso la struttura pubblica e di avere proceduto alla esecuzione di lavori per i quali non è stata versata la prevista quota del 7% all'Ente pubblico. Le accuse nei confronti dei due medici non finiscono qui: ai due infatti i carabinieri addebitano anche il fatto di avere consentito agli assistiti di accedere direttamente all'unità operativa ospedaliera senza passare per l'ufficio di prenotazione Sap al quale doveva essere versato il relativo ticket per la prestazione specialistica richiesta e di essersi allontanati ripetutamente durante l'orario di servizio per fatti che non sarebbero attinenti allo stesso. Uno dei due specialisti, inoltre, è stato segnalato all'autorità giudiziaria perchè i carabinieri hanno ritenuto che egli avrebbe dovuto astenersi dall'incarico di presiedere la commissione per l'appalto di concorso in convenzione per la fornitura di protesi dentarie e di apparecchiature odontoiatriche all'azienda Asl di Terni, in quanto sarebbe stato ritenuto in collusione con i titolari di laboratori odontotecnici partecipanti alla gara. La vicenda è stata segnalata dai carabinieri alla Corte dei Conti in quanto, dato lo svolgimento dei fatti, si dovrà procedere alla valutazione dell'eventuale danno patrimoniale e all'immagine subito dalla azienda sanitaria nazionale. La denuncia dei due medici è scattata al termine di una complessa indagine che era partita un anno fa e che ha visto i carabinieri del Nas lavorare èer tutto questo tempo per raccogliere il maggior numero di prove.
14/7/2006 ore 5:05
Torna su