05/12/2020 ore 03:30
Contributi pari a un milione di euro a fondo perduto arriveranno ai comuni umbri dalla Regione per l'impiantistica sportiva
Svilupperanno interventi per circa un milione di euro i contributi a fondo perduto assegnati dalla Giunta regionale ai Comuni umbri per l’impiantistica sportiva. I contributi, per 250mila euro, sono previsti nell’ambito del Programma attuativo 2006 del Piano regionale in materia, recentemente approvato dall’esecutivo. “Le risorse – ha spiegato l’assessore regionale allo sport Silvano Rometti – sono una boccata d’ossigeno per quegli enti locali, soprattutto piccoli Comuni, impegnati a migliorare anche da un punto di vista della sicurezza i loro impianti sportivi”. I finanziamenti verranno utilizzati per la messa a norma, la manutenzione straordinaria e l’adeguamento tecnologico delle strutture esistenti. Particolare attenzione è stata data nei progetti alla sicurezza degli impianti, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla realizzazione e potenziamento delle attività sportive all’aria aperta ed al completamento e ampliamento di spazi sportivi polivalenti. Al contributo regionale, in conto capitale, si aggiunge un cofinaziamento degli enti locali non inferiore al 40 per cento del costo dell’opera. “La limitata disponibilità delle risorse – ha aggiunto Rometti – ci ha impedito di soddisfare tutte le domande. Nel 2006 sono quindi undici i comuni che beneficeranno del fondo e che seguono, nella graduatoria regionale, i 14 comuni finanziati nel 2005. Abbiamo quindi mantenuto l’impegno assunto lo scorso anno di far scorrere l’elenco dei 67 progetti ammessi. Per quanto riguarda le domande non finanziate, stiamo valutando la possibilità di reperire altre risorse nell’assestamento di bilancio 2006. Attraverso il Piano abbiamo comunque cercato di mettere i piccoli comuni nella condizione di adeguare e rendere sicuri impianti e strutture di forte valenza sportiva e sociale. Tra gli obiettivi della nostra azione di governo - ha concluso l’assessore – c’è infatti quello di elevare la qualità e la sicurezza delle strutture sportive dell’Umbria, che già godono di alti standard”. Il finanziamento regionale è stato ripartito in singoli contributi dell’ammontare di 22.733euro ciascuno tra i seguenti undici Comuni: Comune di Guardea, complesso sportivo del Parco Aiola; Avigliano Umbro, spogliatoi e servizi campo di calcio capoluogo; Allerona, spogliatoi e illuminazione campo di calcio in voc. Casella dell’Ospedale; Polino, campo polivalente di tennis e calcio a 5 in loc. Ferranile; Valtopina, complesso sportivo del capoluogo; Cannara, campo di calcio S. Donato; Cerreto di Spoleto, complesso sportivo capoluogo e campo di calcio di Borgo Cerreto; Norcia, palestra comunale scuola media capoluogo; Sellano, centro sportivo comunale capoluogo; Panicale, piscina intercomunale di Colonnetta; Citerna, stadio comunale di Pistrino.

12/7/2006 ore 11:29
Torna su