01/04/2020 ore 15:56
Notte di San Silvestro: ragazzi di 14, 15 e 16 anni ricoverati in ospedale per intossicazione da alcol
Nella notte di San Silvestro, il pronto soccorso dell'ospedale "Santa Maria" di Terni ha registrato degli episodi, alcuni dei quali legati in modo particolare ai festeggiamenti del Capodanno. Un anziano è stato trasportato in ospedale a causa di una caduta accidentale. Mentre due traumi facciali hanno riguardato altrettante persone che sarebbero state coinvolte in una rissa che sarebbe avvenuta nei pressi di un locale. Ma il dato che più preoccupa è quello riguardante l'abuso di sostanze alcoliche. Ebbene nella notte di San Silvestro sono state ben sette le intossicazioni da alcol che hanno interessato tre minorenni (14-15-16 anni), un ragazzo appena diciottenne e altri tre adulti. Di questi, cinque sono arrivati in ospedale in preda a coma etilico, si tratta di due minorenni e i tre adulti. Per il resto l’afflusso notturno di pazienti al Pronto soccorso è stato nella media.
E' UN BIMBO DI SAN GEMINI IL PRIMO NATO DEL 2020
Il primo vagito che si è sentito nelle prime ore del 2020 al reparto di ostetricia dell’ospedale di Terni è quello di Giorgia, una femminuccia italiana, secondogenita di genitori residenti a San Gemini, che è venuta alla luce alle 6.45 del primo gennaio con un peso di ben 4,45 chilogrammi.
L’ultimo nato del 2019 è stato invece Alessandro, un bel maschietto venuto alla luce alle ore 23,47 con un peso di 3,220 chilogrammi, anche lui secondogenito, nato da genitori residenti a Castel Viscardo. Il punto nascita di Terni chiude l’anno 2019 con 1.086 parti di cui più di venti gemellari.
1/1/2020 ore 10:30
Torna su