21/11/2017 ore 12:40
Identità e musica: 17 nuovi toponomi, Vie e piazze intitolate a personaggi locali e grandi musicisti
Sono 17, tra vie cittadine giardini e rotatorie, gli spazi pubblici intitolati a persone di valore che hanno, attraverso attività e progetti diversi, contribuito allo sviluppo culturale e intellettuale di Terni o che comunque rappresentano un punto di riferimento per il Paese. “Sulla base di alcune richieste - dichiara l’assessore alla Toponomastica Sandro Corradi - provenienti da cittadini sottoforma di petizioni popolari, da associazioni o dalle indicazioni della Commissione Toponomastica abbiamo voluto, attraverso l’intitolazione di spazi pubblici, rendere omaggio ad alcune personalità che hanno segnato, in modi differenti, Terni. E’ importante restituire anche simbolicamente pezzi della città a quanti la hanno semplicemente ispirata, o a coloro che, invece, vi si sono dedicati con attività e passione. Come nel caso dell’intitolazione ad Alberto Provantini, persona di spessore e di grandi qualità umane e politiche a cui abbiamo voluto destinare il Lungolago pedonale che da via Vincenzo Noceta conduce al circolo Canottieri Piediluco con il toponimo Lungolago Alberto Provantini. L’intitolazione, come da prassi, sarà subordinata al nulla osta da parte della Prefettura acui seguirà la predisposizione della segnaletica opportuna”. Una parte delle intitolazioni riguarderanno l’arteria stradale che collega via del Centenario alla strada di Casanova. L’arteria è stata realizzata con tratti lineari intervallati da rotatorie su cui si vogliono realizzare 9 aree di circolazione distinte. A Sergio Endrigo, in onore del quale si svolge a Terni anche una manifestazione musicale, sarà dedicata l’area di circolazione che dalla rotonda di via del Centenario conduce alla rotonda che interseca la strada di Laganello. Quindi la rotonda, posta all’intersezione tra la nuova arteria stradale e strada di Laganello, verrà intitolata a Renato Brogelli, mentre il tratto della nuova arteria che dalla rotonda all’intersezione con strada di Laganello conduce all’intersezione con strada di Casanova, avrà il toponimo di via Antonio Pecorelli. Ad Eucherio Morelli sarà intitolata la rotonda posta all’intersezione della nuova arteria stradale e strada di Casanova, mentre a Catone Peroni verrà dedicato il tratto dell’attuale strada di Casanova compreso tra la nuova arteria stradale e strada la Salva. La rotonda compresa tra via Gabelletta e via delle Terre Arnolfe sarà dedicata a Fabrizio De Andrè. Il tratto di via del Centenario che collega la rotonda tra via Gabelletta e via Delle Terre Arnolfe a quella di via del Centenario sarà intitolata via Augusto Daolio. A Luigi Tenco verrà, invece, destinato il tratto di via del Centenario che collega la rotonda all’intersezione tra l’inizio della nuova arteria e via del Centenario a Strada di Rotale. Lucio Battisti sarà omaggiato dell’intitolazione della rotonda tra via del Centenario e l’inizio della nuova arteria. Le intitolazioni di alcuni giardini della città, sono state ispirate da personalità con una spiccata sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali , mentre l’intitolazione delle rotonde di seguito riportate a personaggi che hanno lavorato alla dimensione urbanistica cittadina. I giardini adiacenti a viale dei Martiri della Libertà saranno intitolati a Luigi Bonucci. A Cesare Cambioli sarà dedicato il parco sensoriale adiacente a viale degli Oleandri. La rotonda Francesco Franconi è compresa tra via Cristoforo Colombo-via Vittime delle Foibe-viale Carlo Guglielmo, mentre a Domenico Malagricci verrà riservato il ponte pedonale che collega Largo Volfango Frankl con Lungonera Savoia con il nome Ponte Domenico Malagricci. In ricordo della Battaglia di Colleluna verrà intitolata, invece, la rotonda tra via dei Gonzaga e strada di Colleluna. Il tratto di strada di Colleluna che dalla rotonda conduce all’intersezione con strada di Collerolletta verrà intestato a Bartolomeo d’Alviano, comandante dell’armata di Cesi e a Paolo Baglioni, che affiancò d’Alviano, sarà attribuita l’area di circolazione che dall’intersezione tra via dei Gonzaga e strada di Colleluna conduce a via del Rivo. Le richieste di intitolazione per Alberto Provantini e Cesare Cambioli rispondono a petizione popolare. Quelle per Daolio, Endrigo, Brogelli, Pecorelli, Morelli, Bonucci, Franconi e Malagricci, provengono da richieste di associazioni. Le altre intitolazioni sono il risultato del confronto durante la riunione della commissione Toponomastica.
8/11/2017 ore 10:21
Torna su