25/06/2017 ore 00:36
Usl Umbria 2, ottenuta la certificazione di qualità, Fiaschini: "uno strumento di garanzia per i cittadini"
La Usl Umbria2 è la prima azienda regionale ad aver ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001:2008 per 35 strutture organizzative sanitarie (ospedaliere e territoriali) e amministrative. "Nei giorni scorsi - si legge in un comunicato diffuso dall'azienda -, si è conclusa la verifica esterna di certificazione che ha visto al lavoro per otto giorni un team di due valutatori. La verifica si è svolta tra le sedi dei servizi di Foligno, Spoleto, Terni, Trevi ed Orvieto. L’ente di certificazione ha formalmente riconosciuto l’impegno al miglioramento continuo e l’attenzione al paziente attraverso strumenti di misura ed analisi dei dati e dei risultati. L’elemento di forza che emerge è quello dell’integrazione tra i processi delle due ex Asl 3 e 4, ora nella attuale Usl Umbria 2. I certificatori hanno rilevato che il sistema di gestione per la qualità è rispettoso dei requisiti imposti dal modello di riferimento e coerente con le caratteristiche e le peculiarità della struttura organizzativa esaminata. La conoscenza del sistema di qualità e l’approccio al rispetto delle regole ed al miglioramento continuo è ampiamente diffusa in tutti i processi aziendali. Il progetto di certificazione e accreditamento, coordinato e gestito dalla dottoressa Francesca Gori, dirigente del Servizio aziendale Qualità e Accreditamento, è la testimonianza pratica dell’uso del buon governo clinico in un modello semplice, fruibile e misurabile". “L’autoreferenzialità è ormai inaccettabile – ha dichiarato la dottoressa Gori - e la certificazione di qualità conferita alla nostra Azienda da parte della CSQ, ente di certificazione accreditato, è un riconoscimento importante”. “La certificazione rappresenta uno strumento di garanzia per il cittadino – ha dichiarato il Direttore Generale, Imolo Fiaschini - ma anche un beneficio per le strutture sanitarie che possono avere una valutazione oggettiva dei propri livelli qualitativi e attivare di conseguenza processi di miglioramento. La certificazione del sistema qualità rappresenta un importante traguardo, ma soprattutto un nuovo punto di partenza nell’ottica di un miglioramento continuo che vede il coinvolgimento di tutti gli operatori sanitari. Adeguare la cultura aziendale all’utilizzo di tali strumenti non è cosa facile – ha concluso - per questo il Servizio Qualità e Accreditamento ha puntato molto sulla formazione sul campo proprio per la caratteristica strategica dell’Azienda di sviluppare risorse al suo interno”.
15/3/2017 ore 13:58
Torna su