21/09/2019 ore 10:43
Umbria Jazz torna dopo tanti anni a Terni, dal 14 al 17 aprile andrà in scena "Umbria Jazz Spring"
Una manifestazione di altissimo valore artistico e di grande qualità che va ad arricchire l'offerta culturale e turistica non solo di Terni, ma dell'Umbria nel suo complesso. E' Umbria Jazz Spring, il Festival di Primavera, in programma dal 14 al 17 aprile a Terni. L’edizione zero del grande evento, che coniuga momenti di spiritualità legati alla Pasqua con altri più leggeri e più appropriati al clima di vacanza, è stata presentata stamani a Terni. Alla cerimonia erano presenti il vicepresidente della Regione Umbria, con delega al Turismo, Fabio Paparelli, l’assessore regionale alla Cultura, Fernanda Cecchini, il vicepresidente della Fondazione Umbria Jazz, Stefano Mazzoni, il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, il vescovo di Terni, monsignor Giuseppe Piemontese, il vicepresidente della Fondazione Carit, Ulrico Dragoni, il responsabile delle relazioni esterne di Erg, Giuseppe Consentino ed il direttore artistico di Umbria Jazz, Carlo Pagnotta. “Questa edizione di Umbria Jazz a Terni vede il coinvolgimento di tutte le istituzioni e di molti soggetti - ha detto il vicepresidente della Regione, Paparelli - perché la musica e in particolare UJ, vanno oltre i confini territoriali e politici. Umbria Jazz a Terni rappresenta una vera e propria ripartenza e questa edizione ci piace dedicarla ad Alberto Provantini, a cui si deve la straordinaria idea di Umbria Jazz così come anche a lui dobbiamo la felice e fortunata intuizione dello slogan 'Umbria cuore verde d'Italia'. Provantini e Carlo Pagnotta hanno dato all'Umbria una manifestazione prestigiosa che ormai contribuisce ad identificare la nostra regione nel mondo, visto che anche ad UJ é profondamente legata la promozione turistica del nostro territorio”. “In questo momento così delicato per l'Umbria - ha concluso Paparelli - l'auspicio é che il Festival di Primavera rappresenti un segno di crescita culturale della nostra comunità, un nuovo inizio anche all' insegna della solidarietà. In proposito voglio ricordare che una parte degli incassi sarà devoluto per la lotta alla povertà”.
Esprime soddisfazione l’assessore regionale alla Cultura, Fernanda Cecchini, per la promozione e l’organizzazione “di un evento così prestigioso a Terni, perché rappresenta un'opportunità in più per una città che sta lavorando con grande impegno per rafforzare la sua offerta culturale e turistica”. “La Regione – ha aggiunto - ha destinato 1 milione 200mila euro del POR-FERS per rafforzare l’offerta culturale e la fruibilità degli spazi a Terni. UJ a Terni è la dimostrazione che si è alzato lo sguardo oltre la quotidianità e che sul territorio si sono trovate anche le giuste sinergie che hanno permesso di realizzare un progetto concreto. Sono certa che questa manifestazione primaverile sarà un successo per la città che la ospiterà, ma anche per tutta l’Umbria. La Giunta regionale infatti, sta lavorando proprio nella direzione della promozione turistica della regione nel suo complesso”.
21/2/2017 ore 16:23
Torna su