24/11/2020 ore 12:43
Terni: è stato un cacciatore di 60 anni a sparare il colpo che ha forato la vetrata della scuola: sembra stesse mostrando la carabina ad un amico
Sono state sufficienti solo alcune ore alla polizia per risalire alla persona che questa mattina aveva esploso un colpo di fucile il cui proiettile aveva centrato la vetrata dell'Itis di via Battisti a Terni. Si tratta di un uomo di 60 anni, residente a Terni, che stava andando a caccia con la sua potente carabina. Stando alla ricostruzione dei fatti, l'uomo, un ex dipendente dell’Asm, al momento dell'incidente si trovava a circa 400 metri dall'istituto e sembra che stesse mostrando l'arma ad una persona. Ad un certo punto dal fucile sarebbe partito il colpo che ha centrato una delle finestre del secondo piano delle scuole Industriali di via Battisti. Il 60enne, incensurato, è stato denunciato a piede libero per esplosione pericolosa e danneggiamento, mentre la licenza gli è stata ritirata, come pure gli sono state sequestrate tutte le armi e le munizioni che deteneva in casa. Sembra che il sessantenne si stesse recando a caccia di cinghiali nei boschetti della zona. Quella carabina, infatti, molto potente viene utilizzata proprio per la caccia al cinghiale. A coordinare le indagini è il sostituto procuratore della Repubblica Raffaele Iannella. L'episodio, gravissimo e che poteva sfociare in tragedia se solo si pensa che in quel corridodio del secondo piano della scuola in determinati orari della mattinata si muovono, tutti insieme, decine di studenti, deve far riflettere. E' accettabile che a poche centinaia di metri da una scuola e ancor di piu vicino a decine di abitazioni, possano esserci delle persone che vanno in giro con un'arma di tale potenza e pericolosità, con il proiettile in canna?
(Nella foto una carabina identica a quella dalla quale sabato mattina è partito il colpo che ha raggiunto la scuola)
15/10/2016 ore 16:52
Torna su