07/06/2020 ore 05:29
Finisce 0 a 0 il confronto con il Bari, Carbone è soddisfatto ma la squadra continua ad avere difficoltà nel trovare la rete
Ancora un pareggio per le Fere. Ed alla fine, come era accaduto con lo Spezia, anche stavolta i rossoverdi possono accontentarsi della divisione della posta in palio, perchè il punto è stato ottenuto contro una delle compagini più forti del campionato. D'altronde l'attuale classifica della Serie B conferma come con la politica del punticino si possa andare avanti e reggersi a galla. E' una classifica, tuttavia, cortissima che può cambiare da una partita all'altra. Contro la squadra di Stellone la Ternana ha giocato una bona partita e fatto vedere delle buone cose. Carbone ha mandato in campo na formazione inedita con Contini sin dall'inizio in difesa e Valient spostato a metà campo. La Gumina è stato scelto al posto di Avenatti in avanti, come pure è tornato in squadra Di Livio. Una prova complessivamente più che sufficiente. Ora, però, è arrivato il tempo di pensare anche a fare i goal. La Ternana ha collezionato 6 punti, segnandone solo tre. Davvero troppo pochi.
TERNANA (4-3-2-1): Di Gennaro; Zanon, Meccariello, Contini (7' st Bacinovic), Di Noia; Petriccione, Valjent, Defendi; Falletti, Di Livio (20' st Battista); La Gumina (41' st Avenatti). In panchina: Aresti, Cason, Sernicola, Palumbo, Surraco, Palombi. Allenatore: Carbone.
BARI (4-4-2): Ichazo; Sabelli, Di Cesare, Tonucci, Daprelà; Fedato (20' st Furlan), Romizi, Basha, Martinho (25' st Brienza); Maniero, De Luca (37' st Castrovilli). In panchina: Micai, Cassani, Monachello, Fedele, Valiani, Capradossi. Allenatore: Stellone.
ARBITRO: Di Paolo di Avezzano (assistenti Cecconi e Muto).
NOTE: Ammoniti: 38′ Di Livio, 49′ Zanon (T) 67′ Basha (B). Corner: 6-8
Spettatori: 3.630 (paganti 2.143, abbonati 1.487).
20/9/2016 ore 23:43
Torna su