05/12/2020 ore 03:57
Benny Carbone si presenta alla stampa: farà il tecnico ed il direttore sportivo
Farà tutto lui: l’allenatore ed il direttore sportivo. Lo ha ripetuto più volte Benny Carbone, il neo tecnico della Ternana, nel corso della conferenza stampa con la quale ieri mattina si è presentato alla città. Carbone è arrivato puntuale nell’hotel da sempre quartier generale della società rossoverde. Con lui c’era l’amministratore delegato Stefano Dominicis. Giacca e cravatta, abbronzatura d’ordinanza ed un piglio molto deciso, Carbone ha preso subito di petto la situazione spiegando in modo perentorio quelle che sono le sue idee. “Sono molto onorato di essere qua – ha detto -. Terni non è una piazza qualunque ed il fatto che la società abbia puntato su di me mi riempie di orgoglio e mi da grossi stimoli. Sono convito che faremo cose importanti. Ho incontrato i ragazzi e li ho visti molto motivati. Io ho le idee chiare e so quali sono gli obiettivi che voglio raggiungere. La squadra ha bisogno di puntelli e mi sto adoperando per fare in modo che a stretto giro arrivino un paio di giocatori. Se lo riterrò necessario ne cercherò ancora degli altri. La società mi ha messo a disposizione un budget entro il quale debbo muovermi”. Una figura insolita quella del tecnico che fa anche il direttore sportivo. Carbone è ottimista. Si tratta di vedere se riuscirà a conciliare per bene le due attività. Sul modulo non si è sbilanciato, ma nel corso del suo primo allenamento diretto ieri mattina ha già provato un inedito 3-5-2. Il neo allenatore rossoverde ha chiarito altri due concetti importanti. Riguardano i tifosi ed il campo di allenamento. “Le nostre sedute saranno tutte a porte aperte – ha sottolineato -. Io voglio che i tifosi ci debbano stare il più vicino possibile e vivano con noi la settimana. Per questo ci alleneremo sempre e comunque all’antistadio ‘Taddei’, senza andare in giro per la provincia a perdere tempo”. Sui giocatori che ha in animo di far acquistare alla società Carbone non si è sbilanciato, ma ha ammesso che uno sarà quel famoso terzino sinistro inseguito per settimane dall’ex Panucci. Alla domanda che fine faranno i vari Furlan, Falletti e Avenatti, Carbone ha dato una risposta che non farà piacere ai tifosi. “Non possiamo obbligare nessuno a rimanere – ha detto -. Se questi ragazzi dovessero chiedere di essere ceduti non potremmo fare altro che accontentarli”. Sui programmi futuri il tecnico ha preferito volare basso. “Il mio obiettivo per il momento è il Pisa che affronteremo alla prima di campionato. Noi dobbiamo concentrarci su un avversario per volta, senza andare troppo lontano con i pensieri. Il campionato di B non ha squadra toste e altre meno; tutte sono difficili e noi ogni sabato dovremo andare in campo per vincere. Il derby con il Perugia? Ne ho giocati tanti di derby e ad alti livelli, come quelli di Milano e Torino, non mi spaventa certo questo dell’Umbria. E’ ovvio che moltiplicheremo in quelle occasioni gli sforzi per regalare ai tifosi le gioie che meritano”.
16/8/2016 ore 17:10
Torna su