05/12/2020 ore 18:11
Terni: il Sii impegnato sul fronte delle cosidette "perdite occulte" di acqua, interventi su tutta la provincia
Ha già prodotto risultati importanti il nuovo sistema di controllo delle perdite occulte avviato dalla Sii, in coordinamento con Ati, inizialmente su ternano e orvietano ma che prossimamente verrà esteso a tutto il territorio provinciale. In collaborazione con Asm, infatti, è stata individuata nei giorni scorsi a Orvieto Scalo, una perdita occulta che, a seguito dell’intervento dei tecnici, ha consentito di recuperare una quantità d’acqua di ben 5 litri al secondo. “Si tratta di un primo ottimo risultato – commenta il direttore generale Paolo Rueca – che dimostra come il nuovo sistema di controllo permanente e di riparazione sia di grande valore in termini di risparmio di risorse e miglioramento del servizio”. Che cos’è e come funziona - Il sistema di controllo si basa su una tecnologia avanzata e all’avanguardia imperniata su modelli matematici e studi analitici che prendono in considerazione numerosi parametri come consumi, flussi idrici, dinamiche tecniche, ecc., raccogliendo e immagazzinando dati e informazioni in continuum sulla situazione dell’intera rete di distribuzione. “In questo modo – spiega il dg Rueca – riusciamo a monitorare tutto il sistema di distribuzione, individuando le perdite che non emergono in superficie ed agendo, conseguentemente, con tempestività. Il sistema viene così ottimizzato e il funzionamento delle reti aggiornato e migliorato costantemente e questo genera consistenti risparmi e notevole riduzione delle dispersioni idriche”.
(Nella foto una perdita d'acqua visibile. Il Sii è a caccia di quelle occulte)
5/8/2016 ore 3:30
Torna su