02/12/2020 ore 11:30
Le Fere ospitano il Pescara, i tifosi rossoverdi si aspettano di trovare una vittoria dentro all'uovo di Pasqua
Niente sorprese. O meglio, visto che siamo a Pasqua i tifosi una sorpresa la vorrebbero. Si chiama vittoria. Magari per uno a zero, anche con un goal segnato negli ultimissimi minuti, ma che siano tre punti. Allora si che per i tifosi delle Fere sarebbe una Pasqua felice. E' chiedere troppo alla compagine di Breda di bissare il grande successo di sei giorni fa al "partenio" di Avellino? No, perchè il Pescara è un avversario alla portata della Ternana;. A patto che le Fere giochino con lo stesso piglio che hanno mostrato in terra campana e non si lascino confondere le idee (come già troppe volte è accaduto in passato al Liberati) dagli abruzzesi. Quest'ultimi stanno attraversando un periodaccio: tre sconfitte nelle utlime gare; uno "score" che è costato una settimana di ritiro alla formazione di Oddo, mandata in "esilio" a Roma dalla dirigenza. Speriamo che i sette giorni passati a riflettere non abbiano rigenerato più di tanto la squadra abruzzese. Ad ogni modo la Ternana non deve pensare oltre il lecito all'avversario, ma deve fare i conti con le proprie forze e le proprie potenzialità, che, come detto, non sono affatto inferiori a quelle della squadra biancoazzurra. Quindi massimo impegno e massima concentrazione. I tifosi vogliono questa vittoria.
Breda ha convocato 20 giocatori. Assenti, in quanto indisponibili: Valjent (squalificato), Lo Porto, Zampa, Monteleone, Palumbo e Vitale (infortunati). La lista dei convocati è la seguente:
Portieri: Mazzoni, Sala.
Difensori: Meccariello, Gonzalez, Zanon, Sernicola, Janse, Santacroce.
Centrocampisti: Busellato, Belloni, Coppola, Furlan, Grossi, Signorelli.
Attaccanti: Avenatti, Ceravolo, Dugandzic, Falletti, Gondo, Troianiello.
A dirigere l'incontro sarà Eugenio Abbattista di Molfetta.
26/3/2016 ore 0:12
Torna su