14/10/2019 ore 11:43
Orte: nuovo blocco dell'Autosole da parte degli operai dell'Ast, traffico in tilt ovunque con code chilometriche
Non è stata la prima volta e non sarà l'ultima. Ancora una volta gli operai dell'Ast di Terni, per gridare a tutta Italia la loro rabbia rispetto alla vertenza in atto con la Thyssen Krupp, sono tornati al casello dell'Autosole di Orte. Bloccando per alcune ore, in entrambe le direzioni, il traffico della più importante arteria nazionale. Un gesto pacifico ma plateale che ha permesso ancora una volta ai dipendenti delle Acciaierie di richiamare l'attenzione del Paese sulla loro grave situazione. Il blocco, ed era questo lo scopo, ha mandato in tilt non solo l'A/1 ma anche tutte le vie di comunicazione ad essa collegate: il raccordo Terni-Orte in primis, ma anche la E/45. L'Autosole è rimasta bloccata per circa tre ore e tutto il traffico è stato interrotto a Magliano Sabina, per coloro che procedevano verso nord e ad Attigliano, per quelli che viaggiavano in direzione di Roma. "I lavoratori Ast sono esasperati dall'assenza di certezze e ora, più che mai, è necessario un atteggiamento responsabile delle parti per trovare una soluzione rapida, condivisa e definitiva che guardi al futuro", ha spiegato il segretario generale dell'Ugl metalmeccanici, Maria Antonietta Vicaro, e il segretario nazionale con delega alla siderurgia, Daniele Francescangeli, in un incontro a Terni per l'assemblea con i lavoratori. Gli operai dell'Ast hanno liberato dopo più di tre ore ore l'Autosole. I sindacati avrebbero avuto assicurazioni che la trattativa sul piano industriale riprenderà.
12/11/2014 ore 15:57
Torna su