05/06/2020 ore 20:01
Terni: i cittadini si lamentano degli schiamazzi e del degrado, la polizia controlla i locali del centro
Locali pubblici nel mirino delle forze dell'ordine. I controlli, effettuati negli ultimi due giorni con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, hanno riguardato i locali del centro, quelli dove dal pomeriggio a notte inoltrata si svolge la "movida" ternana. L'intervento è arrivato in risposta alle numerose segnalazioni dei cittadini che lamentano situazioni di degrado e di disturbo nelle zone adiacenti alcuni locali pubblici del centro. Si tratterebbe - riferiscono dalla questura - di italiani e stranieri che, a tutte le ore del giorno e della notte, stazionano sui marciapiedi, bevendo e bivaccando, spesso impedendo il passaggio a persone anziane e a passeggini, lasciando a terra bottiglie e rifiuti. Quando gli agenti sono intervenuti hanno effettivamente accertato la presenza di veri e propri bivacchi, soprattutto nei pressi di due locali del centro. Tutti i presenti sono stati identificati, fra loro c'erano anche alcuni pregiudicati. Dalla questura fanno sapere che i due locali saranno oggetto di controlli anche nei prossimi giorni, al fine di valutare l’applicazione della sospensione della licenza, come previsto dall’articolo 100 del T.U.L.P.S. Esso recità così: “Oltre i casi indicati dalla legge, il Questore può sospendere la licenza di un esercizio nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l'ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini. Qualora si ripetano i fatti che hanno determinato la sospensione, la licenza può essere revocata”.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
19/9/2014 ore 12:16
Torna su