29/11/2020 ore 13:49
Terni: ritrovata in città una giovane madre svizzera scappata dal suo paese insieme al figlio di pochi mesi
Si era rifugiata a Terni la ragazza svizzera di 25 anni ricercata dall'Interpol e rintracciata dalla polizia della nostra città. La segnalazione dell’Interpol è arrivata nel pomeriggio di ieri e parlava della probabile presenza in città di una cittadina svizzera di 25 anni accusata di rapimento, sequestro e presa di ostaggi. La donna aveva rapito il figlio di 4 mesi, che subito dopo la nascita era stato affidato ad una struttura protetta, qualche giorno prima in Svizzera e secondo le Autorità elvetiche, che avevano emesso il mandato, si era diretta verso l’Italia. Gli agenti della 1° Sezione della Squadra Mobile hanno immediatamente avviato le indagini, con il supporto del Servizio Centrale Operativo e del Servizio di Polizia Scientifica della Direzione Centrale Anticrimine della polizia di stato, anche perché nel mandato era stato specificato che il bambino sarebbe stato in imminente pericolo di vita. Le ricerche sono andate avanti senza sosta, di giorno e di notte, fin quando gli agenti sono arrivati in una casa del centro storico, presa in affitto da un cittadino tunisino regolarmente residente a Terni. All'interno c'erano la donna con il bambino. Il neonato prima di essere affidato ad una struttura protetta, è stato visitato dai medici del Santa Maria ed è stato trovato in buone condizioni di salute. La donna, alla quale già durante la gravidanza era stata tolta la potestà genitoriale, è stata arrestata e portata al carcere femminile di Capanne, a Perugia, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
27/2/2014 ore 15:06
Torna su