03/06/2020 ore 05:20
Rumeno 31enne si ribella agli agenti e li aggredisce mandandone due all'ospedale
Teneva la musica ad un volume altissimo, i vicini hanno chiamato il 113 e lui gli si è scagliato contro mandando due agenti all'ispedale. Protagonista della vicenda un rumeno di 31 anni residente a Terni. L'uomo è stato arrestat per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Il fatto è avvenuto la notte di Capodanno, con l'uomo il quale, nonostante la mezzanotte fosse passata da un pezzo avrebbe continuato anche nelle ore successive a tenere il volume della musica nel proprio appartamento a volume altissimo. I condomini di un palazzo di Borgo Rivo non ce l’hanno fatta più e hanno chiamato il 113 per segnalare il problema che impediva loro di riposare. Gli agenti della Squadra Volante intervenuti si sono trovati di fronte il rumeno in evidente stato di ubriachezza, che non solo non ha voluto sentire ragioni sul volume della musica, ma si sarebbe anche messo ad inveire e a provocare i poliziotti. Quando questi hanno cercato di farlo ragionare, l’uomo, ormai in preda a una furia cieca, si è scagliato contro di loro con calci e pugni. Con molta difficoltà gli agenti sono riusciti a immobilizzarlo e ad ammanettarlo, ma nell’azione hanno pagato anche un caro prezzo: uno dei due infatti ha avuto la frattura scomposta di un dito della mano e ne avrà per almeno 35 giorni, mentre all’altro sono stati refertati 20 giorni di prognosi per le numerose escoriazioni ed ecchimosi a mani, testa e collo. Il rumeno è stato processato per direttissima ed ha patteggiato la pena a sei mesi di reclusione, pena comunque sospesa in considerazione del fatto che l'uomo risulta incensurato.
2/1/2013 ore 13:27
Torna su