26/05/2020 ore 15:07
Picchia la compagna anche davanti alla figlia minore, allontanato da casa un 47enne ternano
Negli ultimi giorni, stando agli episodi di cronaca che si verificano, sono in netto aumento gli episodi che riferiscono a violenze famigliari. L'ultima, ancora una volta, arriva da Terni dove un 47enne è stato "allontanato" dalla propria abitazione dal giudice. Sono stati i carabinieri a notificare la misura cautelare all'operaio a seguito di accertati maltrattamenti posti in essere nei confronti della propria convivente, anche in presenza della figlia minore. La donna sarebbe stata da anni vittima di violenze fisiche e psicologiche per futili motivi, a volte a far scattare l'ira del compagno sembra bastasse una luce di casa lasciata accesa o altre piccole cose. A seguito dell'ennesima aggressione subita a Ferragosto, culminata con un calcio sferratto dall'uomo alla donna, tanto da provocarle un vistoso ematoma sulla coscia sinistra ed una conseguente zoppìa durata diversi giorni, la malcapitata ha trovato il coraggio di denunciare l’accaduto ai carabinieri che hanno avviato le indagini. I militari, constatata la pericolosità del soggetto, hanno proceduto in via cautelativa al sequestro delle armi regolarmente detenute dallo stesso all’interno dell’abitazione provvedendo alla redazione di una dettagliata nlota informativa all’Autorità Giudiziaria di Terni, che ha emesso nei confronti dell’operaio il provvedimento di allontanamento dalla casa familiare con prescrizione di non farvi più rientro e di non accedervi senza autorizzazione del giudice e del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla convivente.
5/9/2012 ore 11:05
Torna su