29/11/2020 ore 02:39
Umbria Mobilità: per Monni (Pdl) "si rischia di non pagare i dipendenti mentre qualcuno ha stipendi faraonici"
Il consigliere regionale Massimo Monni (Pdl) annuncia un'interrogazione sulla vicenda relativa alle difficoltà economiche dell'Azienda regionale di trasporti “Umbria mobilità” e chiede le dimissioni del presidente Moriconi e di tutto il consiglio di amministrazione dell'azienda. Nell'interpellanza, si chiede di sapere se il direttore generale Paolo Paduano “che – ricorda Monni – è in pensione dal 2002 ma continua a guadagnare oltre duecentomila euro l'anno, ha diritto o intende usufruire degli oltre 200 giorni di ferie non godute previsti dal suo contratto, che scadrà ad agosto del prossimo anno, e se è previsto che riceva premi di produttività per gli anni 2011 e 2012, stante il pesante deficit attuale, tale da mettere a rischio gli stipendi dei lavoratori”. “Visto che il direttore generale è di nomina politica – spiega Monni – è evidente che ci sono pesanti responsabilità politiche a tutti i livelli, dal presidente al cda e, visto che la Regione detiene il 20 per cento di Umbria mobilità, dell'assessore regionale ai trasporti e dei suoi colleghi di Province e Comuni che – secondo Monni - non hanno mai operato per evitare di arrivare alla situazione attuale, in cui qualcuno prende stipendi faraonici mentre si rischia di non poter pagare i dipendenti”.
13/8/2012 ore 0:05
Torna su