26/11/2020 ore 07:41
Ternano discute con un rumeno e minaccia di ucciderlo: arrestato
Un ternano di 43 anni è stato arrestato dalla Squadra Volante per tentata estorsione aggravata e porto abusivo di arma. I fatti sono avvenuti nel Quartiere Metelli dove la polizia è stata chiamata da un cittadino rumeno, titolare di una ditta artigianale, che ha il magazzino vicino all’abitazione dell’arrestato. Lo straniero ha dichiarato agli agenti di essere stato minacciato di morte con un coltello, dal ternano che reclamava un "rimborso" di 200 euro, quale risarcimento seguito alla rottura del telefono cellullare, causatao da una caduta dal ciclomotore, provocata, secondo il ternano, dal cancello del magazzino del rumeno. Le minacce sarebbero state estese anche al dipendente del titolare della ditta, anche lui rumeno e quando l’italiano ha sentito che stava arrivando la polizia, si è allontanato, gettando il coltello in un giardino. Gli agenti della Volante hanno però rintracciato il 43enne e recuperato il coltello, lungo oltre 25 centimetri, insieme alla tastiera del cellulare in questione, mentre la restante parte del telefono è stata ritrovata nell'abitazione dello stesso. L’uomo, con numerosissimi precedenti di polizia a suo carico, è stato arrestato ed accompagnato al carcere di Sabbione, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
9/8/2012 ore 0:41
Torna su