05/12/2020 ore 13:09
Blitz dei carabinieri in un casale abbandonato pieno di refurtiva, arrestati cinque rumeni
I carabinieri della stazione di Porano, insieme a quelli del Norm della Compagnia di Orvieto, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria cinque cittadini rumeni di età compresa tra i 22 ed i 35 22 anni, responsabili dei reati di ricettazione, invasione di edifici e possesso di arnesi atti allo scasso. I militari hanno notato all’interno di un casale disabitato situato nelle campagne orvietane, un furgone con targa straniera con cinque persone a bordo. Dopo aver predisposto un accurato servizio di osservazione procedevano al controllo dei cinque individui, risultati essere di origine rumena e senza fissa dimora, con precedenti di polizia per i reati di furto e ricettazione. Nel corso dell’ispezione dell’intero casale, che i cinque avevano occupato abusivamente da alcuni giorni, i militari hanno rinvenuto un ingente quantitativo di refurtiva del valore complessivo di circa 10mila euro, costituita da un televisore Lcd da 42 pollici, telefoni cellulari, un palmare, un computer portatile, denaro contante per 1.500 euro, nonché varia attrezzattura professionale per lavori edili ed agricoli ed alcuni arnesi atti allo scasso. I fermati, non fornendo valide giustificazioni sul possesso della refurtiva, sono stati accompagnati in caserma, in stato di fermo. Le immediate indagini condotte con i colleghi delle stazioni carabinieri di Soriano nel Cimino (VT) e Grotte di Castro (VT), permettevano di individuare la provenienza di parte del materiale, asportato nei mesi di maggio e luglio in alcune abitazioni e magazzini, siti in quei comuni. I soggetti, dopo le operazioni di foto-segnalamento, sono stati tradotti presso la casa di reclusione di Orvieto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
24/7/2012 ore 12:46
Torna su