29/11/2020 ore 14:17
Crisi idrica: la Regione si impegna a sostenere gli Ati, ma invita tutti a non sprecare l'acqua
In seguito al decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei ministri con il quale è stato dichiarato per l’Umbria lo stato di emergenza idrica, l’assessore regionale all’Ambiente, Silvano Rometti, ha riunito i rappresentanti degli ATI per avviare, da subito, gli interventi previsti dal Piano per l’emergenza idrica 2012. Nel corso dell’incontro l’assessore ha comunicato che, “vista la gravità della situazione, la Giunta regionale ha reperito ulteriori risorse pari a circa 3milioni di euro in aggiunta a quelle stanziate attraverso il Piano ammontanti a oltre 4,5 milioni destinati alla riduzione delle perdite in rete e al potenziamento del sistema acquedotti, per un totale complessivo di 7,5 milioni di euro”. “Fra le misure previste per l’approvvigionamento idropotabile, nel Piano vengono date precise disposizioni per il risparmio idrico, attraverso programmi di razionamento, di riduzione notturna delle pressioni di esercizio o di recupero delle perdite degli acquedotti – ha detto l’assessore - Per quest’ultimo intervento in particolare, abbiamo messo a disposizione degli ATI 4 milioni e mezzo di euro di Fondi FAS 2007-2013. Si tratta di una misura che consideriamo strategica e rispetto alla quale occorre che gli ATI operino celermente, dando attuazione al Regolamento a suo tempo approvato dalla Giunta fra i cui obiettivi prioritari c’era proprio quello della riduzione delle perdite”. “Per l’attuazione degli interventi e a supporto dell’attività commissariale – dice l’assessore Rometti - sarà costituito un Tavolo tecnico istituzionale, composto da rappresentanti delle Direzioni regionali interessate, delle Province, delle ATI e dall’Associazione dei Comuni, allo scopo di procedere, in funzione dell’evolversi della situazione, alla definizione di interventi urgenti di contrasto all’emergenza. Il Tavolo per particolari situazioni potrebbe essere allargato alle Associazioni di categoria, Ambientaliste e dei Consumatori, non solo allo scopo di informare sulle attività intraprese ma, anche per acquisire utili indicazioni per orientare al meglio le azioni che progressivamente saranno assunte in funzione dell’andamento stagionale”. Infine, l’assessore ha evidenziato “la necessità di diffondere la consapevolezza che il corretto utilizzo dell’acqua è una delle azioni fondamentali per far fronte all’emergenza, che si sta sempre più manifestando in tutta la sua gravità, fondamentale in questo contesto è la collaborazione dei cittadini”.
18/7/2012 ore 0:42
Torna su