06/06/2020 ore 20:23
Operazione estate sicura: nessuna "pietà" per chi non indossa le cinture, parla al telefono o non assicura in modo adeguato i bambini sui sedili
Si chiama "Operazione state sicura" ed è stata organizzata dal comando provinciale dei carabinieri di Terni che da qui alla fine del periodo estivo metterà in atto una serie di interventi mirati a garantire la sicurezza stradale sulle principali arterie stradali della provincia e nei centri abitati. "Non è raro constatare - dicono dal comando provinciale dell'Arma - che nella nostra provincia non è diffusa l’osservanza delle regole a tutela della sicurezza sulle strade. Infatti, non tutti i conducenti indossano la cintura di sicurezza, talvolta i bambini all’interno delle autovetture non sono assicurati con i sistemi di ritenuta ed in più occasioni qualche cittadino incosciente si pone alla guida dell’autovettura parlando al cellulare senza utilizzare il vivavoce, ponendo così a repentaglio l’incolumità di incolpevoli cittadini che attraversano sulle strisce pedonali come avvenuto in più di un’occasione. Si tratta di riprovevoli comportamenti che mettono a repentaglio l’incolumità delle persone e che i carabinieri si propongono di contrastare con mirati controlli. Giova ricordare che chi non indossa la cintura di sicurezza e chi non assicura i bambini con i sistemi di ritenuta è costretto a pagare 76euro di sanzione pecuniaria e si vede decurtata la patente di 5 punti; peraltro, se nell’arco di due anni reitera la violazione, subisce la sospensione della patente di guida fino a due mesi. Chi, invece, guida l’autovettura parlando al cellulare senza il vivavoce subisce la sanzione pecuniaria 152euro con decurtazione di 5 punti dalla patente di guida e la sospensione della patente di guida in caso di recidiva nel biennio da 1 a 3 mesi. La gravità delle sanzioni dà la misura del pericolo connesso all’inosservanza delle citate regole.
15/7/2012 ore 0:15
Torna su