26/11/2020 ore 19:01
Sfratti: in un anno sono aumentati del 16%, la preoccupazione dell'assessore regionale Vinti
“L’aumento costante degli sfratti per la cosiddetta “morosità incolpevole”, cioè non dipendente dalla volontà dell’inquilino, impone una riflessione della politica”, afferma l’assessore regionale alle politiche della casa, Stefano Vinti. “Per questo motivo, nell’ambito della discussione aperta in Consiglio regionale sulle modifiche alla legge 23 porremo il problema. E’ necessario che i comuni o le Unioni comunali possano avere i mezzi e gli strumenti per attutire gli effetti degli sfratti esecutivi e poter garantire il passaggio all’eventuale nuova casa della famiglia sfrattata. La revisione della legge regionale ci consentirà anche di lavorare per l’individuazione di apposite risorse da mettere a disposizione per fronteggiare questa emergenza. Contemporaneamente i comuni dovrebbero avere la disponibilità di un congruo numero di alloggi”. A questo proposito intanto l’assessore Vinti condivide la decisione assunta dall’Ater regionale di sospendere i numerosi provvedimenti di sfratto incolpevole che sono in corso di esecuzione. “L’Ater ha mostrato giustamente la dovuta sensibilità per fronteggiare un disagio sociale che anche nella nostra regione è molto sentito, conclude l’assessore Vinti. Il 16 per cento di sfratti in più rilevati tra il 2010 ed il 2011 sono un dato molto preoccupante che dà il segno vero di una crisi che colpisce le famiglie più povere ed in difficoltà e per le quali, ormai da anni, nessun governo nazionale ha il coraggio e la volontà di prendere iniziative incoraggianti, magari colpendo di più coloro che invece guadagnano di più”.
20/7/2012 ore 1:35
Torna su