05/06/2020 ore 20:39
Preso spacciatore albanese, in casa aveva circa 140 grammi di cocaina è una pistola
Ancora una massiccia operazione antidroga da parte della polizia di Terni. Gli agenti della Narcotici hanno arrestato uno spacciatore albanese di 27 anni. L’uomo, residente a Terni, era da qualche tempo sotto controllo da parte degli investigatori che hanno deciso di passare all'azione appostandosi nei pressi della sua abitazione, in zona Borgo Rivo, per poi seguirlo mentre, a bordo del suo scooter, raggiungeva via Donizetti. Lì lo spacciatore si è incontrato con un 37enne ternano, al quale ha consegnato un piccolo involucro in cellophane. Gli agenti sono intervenuti, bloccando l’albanese e mettendosi all’inseguimento dell’acquirente, che accortosi dell’arrivo dei poliziotti, si è dato alla fuga. L’inseguimento si è concluso a casa dell’uomo, che, rifugiatosi in bagno, ha fatto in tempo a gettare la droga nel water, credendo così di distruggere le prove dello spaccio. I poliziotti sono riusciti però a recuperare il pacchetto all’interno del pozzetto di scarico del bagno; dentro c'erano circa 6 grammi di cocaina. Nel frattempo è stata perquisita anche l’abitazione del 27enne, dove gli agenti hanno trovato, nascosti dietro il tubo della caldaia, ben 36 involucri di cellophane di varie dimensioni per un totale di circa 128 grammi di cocaina. Sono stati sequestrati anche il materiale per il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e una pistola semiautomatica cal. 6,35 mm., nel cui caricatore c’erano cinque cartucce. L’arma, di fabbricazione serba, non risulta iscritta nel catalogo nazionale delle armi da fuoco e, pertanto, per la legge italiana è da considerarsi “arma clandestina”. Sono adesso in corso ulteriori indagini per verificare se la pistola sia stata utilizzata per commettere altri crimini. L'albanese è stato condotto in carcere ed è a disposizione del P.M. di turno Raffaella Gammarota.
18/3/2012 ore 0:11
Torna su